Digital Day 2017 Digital Day 2017

Digital Day 2017

Il 23 marzo tutte le reti portano a Roma!

Stampa
- + Text size

Il Digital Day 2017 si terrà a Roma giovedì 23 marzo nell’ambito delle celebrazioni per i 60 anni dei Trattati di Roma.

Durante la giornata - voluta dalla Commissione Europea e dal Governo italiano, in collaborazione con la Presidenza maltese dell’UE – si affronteranno i temi legati alle sfide digitali e al loro impatto sulla competitività industriale dei paesi dell’Unione.

L’Agenda con il dettaglio della giornata è online sul sito della Commissione Europea.

Tutti i cittadini europei potranno seguire i lavori in attraverso il live streaming sul sito e partecipare alla conversazione su Twitter utilizzando l’hashtag #DigitalDay2017.

Ieri era il carbone, oggi il digitale.

I Trattati di Roma sono i due trattati internazionali siglati nel 1957: il TCEE (Trattato Comunità Economica Europea) e il TCEEA (Trattato Comunità Europea dell'Energia Atomica).

Questi Trattati, insieme al Trattato del CECA  (Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio) del 1951, hanno di fatto sancito la nascita della Comunità Europea.

In quegli anni, infatti, l’Europa individuava nel carbone e nell’acciaio le materie prime che, presenti in vari paesi europei, avrebbero fatto da collante ad un’Unione basata su una promessa di cooperazione e prosperità.

Oggi la Comunità Europea integra quelle fondamenta con il digitale, materia prima e propulsore dell’economia odierna.

 

Durante la giornata ministri, stakeholder istituzionali e rappresentanti di alto profilo, affronteranno le implicazioni legate al digitale in quattro differenti panel:

  • l’Europa come protagonista internazionale nel supercalcolo
  • la digitalizzazione dell’industria europea
  • la mobilità del futuro: connessa e automatizzata
  • l’impatto della trasformazione digitale nelle professioni e nelle competenze

Tutti questi ambiti, per porsi obiettivi di crescita sostenibili, necessitano anche dello sviluppo rapido della tecnologia 5G.

A questo proposito Roberto Viola, Direttore Generale della DG Connect della Commissione Europea, durante la conferenza stampa di presentazione del Digital Day ha sottolineato come il 5G sia il presupposto "fondamentale dei  piani europei per l'industria 4.0" e l'obiettivo per il 2020 "è che almeno una città in ogni Paese europeo sia dotata di un'infrastruttura 5G".

In Italia Diego Piacentini giocherà un ruolo chiave nella “trasformazione digitale” di cittadini, pubbliche amministrazioni e aziende; già Commissario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, è appena stato nominato nuovo Digital Champion nazionale, figura presente in ogni paese dell’Unione, per promuovere l’Agenda Digitale europea.