Con #be la privacy online è garantita Con #be la privacy online è garantita

Con #be la privacy online è garantita

Dopo 2 anni di ricerca e sviluppo, la startup italiana presenta i frutti di un lavoro costante verso la protezione dei dati personali online

- + Text size
Stampa

Raimondo Gissara e Luther Jones, fondatori dell’innovativa start up, hanno sperimentato un modo per navigare e vivere il mondo digital senza gli occhi indiscreti della rete

#be è una delle startup italiane più interessanti, e particolari, nel panorama digitale italiano. Nata dall’intuizione dei due fondatori, Raimondo Gissara e Luther Jones, sta operando già da due anni nel campo dei Profiling Data, ovvero i numerosi dati raccolti dalle attività effettuate in rete. I meno esperti probabilmente non sanno che ogni giorno i digital content prodotti dalle attività online vengono costantemente monitorati, registrati e, non da ultimo, comprati e venduti. Le aziende, in questo modo, hanno l’opportunità di studiare i comportamenti dei consumatori, acquisendo informazioni importanti per raggiungere il target di riferimento in modo più agevole. Se da un lato, per le imprese, questi dati possono rappresentare una grande fonte di competitività, dall’altro, chi naviga, non è sempre d’accordo nel fornire informazioni sulle preferenze di navigazione. Ed è qui che nasce #be: lo spazio virtuale in cui è l’utente a poter gestire, in prima persona, tutti i dati creati dalla propria vita online.

Come funziona #be

La tutela della privacy, e la protezione verso l’utilizzo inappropriato ed illecito delle informazioni personali dell’utente che naviga in rete sono i driver che hanno guidato la creazione di #be, il portale interattivo che sovverte il punto di vista sulle informazioni digitali create in rete, lasciando la loro gestione in mano all’utente che le produce.  #be, infatti, è in grado di creare uno spazio personale virtuale dinamico, dove l’utente ha il pieno controllo dei propri digital data, e potrà accedere ad un vasto numero di funzionalità. Al momento, nella versione beta, è possibile utilizzare le informazioni prodotte per alimentare un profilo personale in cui vengono raccolte le principali notizie relative ai propri interessi.

I vantaggi di #be

I fondatori dell’innovativo portale parlano di due grandi benefici ottenibili grazie a #be. Innanzitutto la possibilità di espandere il proprio knowledge, grazie ad un’attenta panoramica sui contenuti costantemente proposti dal sito, sulla base delle abitudini online.  Inoltre, con #be, è possibile convertire il tempo e le attività eseguite online in una moneta virtuale, chiamata energia, che può essere impiegata per accedere ad un’ampia gamma di vantaggi e servizi connessi ai propri interessi. In questo modo l’utente sarà sempre a conoscenza di come stia avvenendo la personal sharing information e, soprattutto, con chi siano condivisi questi dati, garantendosi un pieno controllo e una tutela della propria privacy.