Bologna per due giorni capitale italiana dell’ICT Bologna per due giorni capitale italiana dell’ICT

Bologna per due giorni capitale italiana dell’ICT

Domani e venerdì si terrà la tappa emiliana di SMAU

- + Text size
Stampa

Ricchissimo il programma. Tra gli eventi meritano menzione gli Stati Generali dell’innovazione dell’Emilia Romagna. Ampio spazio alle startup innovative e ai centri di ricerca che potranno presentarsi al pubblico con speed pitching. Per orientarsi tra stand e workshop sarà disponibile lo speciale servizio chiamato SMAU Discovery.

Prenderà il via domani, giovedì 4 giugno, la settima edizione bolognese di SMAU che proseguirà fino a venerdì. Quello che un tempo era noto come Salone Macchine e Attrezzature per l'Ufficio, oggi è una manifestazione itinerante che mette al centro l’ICT. Dopo le tappe di Torino e Padova, tocca al capoluogo dell’Emilia Romagna diventare il centro dell’innovazione italiana per due giorni. SMAU sarà a Firenze il 14 e il 15 luglio, a Napoli il 10 e l’11 dicembre e a Milano, per il main event, dal 21 al 23 ottobre.

Lo stato di salute dell’ICT in Emilia Romagna

Ricchissimo, come sempre, il programma di SMAU Bologna. Uno degli eventi più interessanti si terrà domani alle ore 12.00: gli Stati Generali dell’innovazione dell’Emilia Romagna. L’iniziativa servirà a fare il punto sull’efficacia delle politiche pubbliche promosse per favorire la “crescita digitale” delle aziende del territorio, specialmente le PMI.

Una vetrina per le startup innovative

Da alcuni anni SMAU è anche un’importante vetrina per le startup innovative. La tappa bolognese del Salone ospiterà ben 50 startup e 50 tra laboratori e centri di ricerca, tutti rigorosamente con base in Emilia Romagna. Queste realtà avranno la possibilità di presentarsi ai presenti grazie alla tecnica chiamata speed pitching, 90 secondi per raccontare i propri prodotti, o servizi, al pubblico in sala. Nel corso di questa due giorni avrà luogo anche Innovat&Match, un’iniziativa organizzata da ASTER-SIMPLER e promossa dall’Enterprise Europe Network. Si tratta d’incontri one-to-one gratuiti tra startup e possibili investitori. Una soluzione efficace per trovare partner internazionali e concludere accordi di ricerca, commerciali e tecnologici.

SMAU Discovery

Con oltre 100 tra workshop, seminari e convegni, 50 startup, altrettanti centri di ricerca e numerosi stand, il visitatore di SMAU Bologna rischia veramente di perdersi. Proprio per questo motivo R2B (Research to Business), partner del Salone, ha predisposto il servizio SMAU Discovery. In base alle esigenze d’imprenditori e manager, il centro SMAU Discovery elaborerà un’agenda d’incontri personalizzati durante la manifestazione, suggerendo anche a quali workshop partecipare. Non solo. Questo servizio, grazie alla collaborazione con Warrant Group, fornirà anche informazioni sui bandi e finanziamenti aperti a disposizione di imprese e startup.