Alla #SCE2015 di Bologna si parla di città intelligenti Alla #SCE2015 di Bologna si parla di città intelligenti

Alla #SCE2015 di Bologna si parla di città intelligenti

Dal 14 al 16 ottobre andrà in scena l’evento annuale dedicato alle realtà più avanzate del vivere urbano e delle comunicazioni 2.0

- + Text size
Stampa

Workshop, convegni e momenti istituzionali di approfondimento permetteranno di esplorare i segmenti più importanti del vivere quotidiano, come sanità, istruzione e lavoro, da una prospettiva innovativa. Grande attesa per l’incontro degli assessori di oltre 40 città italiane che definiranno le priorità politiche legate all'innovazione urbana da presentare al Governo

Gli assessori più virtuosi si sono dati appuntamento a Bologna dove domani scatterà l’edizione 2015 della Smart City Exhibition, il forum di confronto dedicato alla crescita intelligente basata sulla sostenibilità e sulla creazione di servizi innovativi grazie allo sfruttamento delle grandi potenzialità della tecnologia con l’obiettivo di dare vita ad un sistema basato sulla green economy e sull’aumento della qualità della vita. Insieme, gli assessori di oltre 40 città italiane, avranno il compito di individuare le istanze da presentare al Governo, per arricchire l’Agenda Digitale italiana e dare priorità ad interventi ad alto valore aggiunto in ottica di città intelligenti ed interattive. Ma la Smart City Exhibition sarà anche molto altro: sono attesi migliaia di visitatori da ogni parte d’Italia e d’Europa pronti ad animare la tre giorni bolognese che scatterà domani e si concluderà venerdì 16 ottobre.

Il programma di #SCE2015

Forum PA e Bologna Fiere, organizzatori dell’evento, hanno comunicato il ricco programma che detterà i tempi degli interventi dei relatori che prenderanno parte all’edizione 2015 della Smart City Exhibition. Sono stati individuati numerosi scenari che faranno da canovaccio agli speech: si parte domani, al mattino, con “Data Driven Decision. Conoscere, decidere e governare nella città dei dati” nel quale saranno esplorate le best practice legate all’utilizzo della grande mole di dati nel processo decisionale urbano, e si continuerà, al pomeriggio, con “La città trasparente: Open Data Government”, dove parteciperà, tra gli altri, Michele Vescovi, Senior Researcher Telecom Italia, che darà un’interessante punto di vista sulle modalità di gestione degli open data. E questa è solo una piccola parte di ciò che andrà in scena a Bologna e che servirà per stimolare il confronto su temi indispensabili per il futuro della società italiana.

#SCE2015 e Agenda digitale: una svolta necessaria

Come sottolineato dalle parole di Ludovica Carla Ferrari, Assessore all’Innovazione del Comune di Modena, è necessario dare un boost alla crescita del sistema Paese, perseguendo, ora più che mai, gli obiettivi legati alla creazione di smart city. Ed è per questo che, a valle della #SCE2015, i principali rappresentanti delle istituzioni comunali chiederanno al Governo di rivedere le priorità di quanto indicato nell’Agenda Digitale e, soprattutto, di rispettare i tempi di realizzazione delle opere 2.0. Per queste ragioni, conclude l’Assessore, nonostante esistano emergenze più immediate da gestire nel Paese, non è possibile attendere ancora sul fronte della crescita tecnologia, pena la perdita di competitività rispetto al resto del mondo.