Il 2014 è stato l’anno dei droni, dell’iPhone 6 e di Instagram Il 2014 è stato l’anno dei droni, dell’iPhone 6 e di Instagram

Il 2014 è stato l’anno dei droni, dell’iPhone 6 e di Instagram

Calano le quotazioni dei Google Glass, degli smartwatch e dello smartphone di Amazon. Uber al centro di una bufera giudiziaria.

- + Text size
Stampa

Gli analisti del mercato tecnologico hanno incoronato i top e i flop di quest’annata che sta per andare in archivio. Gli APR e il melaphonino sono i “must have”, mentre gli occhiali e gli orologi intelligenti stentano. 

La “Borsa” della tecnologia, nel 2014, ha premiato i “titoli” dei droni, di Apple, di Spotify e delle app per la privacy. In vistoso calo le quotazioni dei Google Glass, degli smartwatch e del Fire Phone di Amazon. Questo è quanto emerge da numerose indagini svolte nel corso dell’anno dai più noti analisti di mercato.

I Top tecnologici del 2014

droni sono il “must have” tecnologico del 2014. Molti Paesi non hanno ancora varato norme precise per regolamentare gli Aeromodelli a Pilotaggio Remoto, ma il mercato degli APR continua a crescere in maniera esponenziale. L’Italia si sta dimostrando all’avanguardia in questo campo, è già previsto uno specifico regolamento, e l’Enac in pochi mesi ha già rilasciato 250 apposite licenze di volo.

L’iPhone 6 sta vincendo la battaglia degli smartphone: in questo segmento Apple, grazie al nuovo device, ha fatto segnare un +26% nelle vendite rispetto al 2013. A Cupertino, tuttavia, devono registrare lo spodestamento, almeno in Europa, di iTunes dal trono dei distributori di musica digitale. App come Spotify, Deezer, Beats e Rhapsody sono ormai più popolari dello strumento lanciato nel “lontano” 2000.

Il 2014 ha segnato il successo delle applicazioni, come Secret, Rooms e Whisper, nate per tutelare la privacy sugli smarthphone. Il caso Snowden ha turbato più di una persona, a quanto pare.

Nell’ambito dei social media, Instagram ha superato Twitter per numero di utenti attivi su base mensile e Zuckemberg gongola.

I Flop tecnologici del 2014

Non sono ancora stati lanciati sul mercato, ma i Google Glass rischiano di essere un flop clamoroso. Tante le aziende che hanno deciso di bloccare lo sviluppo di applicazioni per gli occhiali intelligenti di Big G.

Sugli scaffali dei negozi e nei magazzini giacciono invenduti tantissimi modelli di smartwatch: perdite ingenti nei bilanci di Samsung, Motorola e Microsoft.

Il Fire Phone di Amazon, capace di riconoscere gli oggetti soltanto fotografandoli, procedimento simile a quello di Shazam con le canzoni, non ha fatto neanche in tempo a sbarcare in Europa: negli Usa non lo ha comprato praticamente nessuno.

Uber, infine, non è da considerare un fallimento, anche perché nel 2014 ha ottenuto ingenti finanziamenti, ma è al centro di una bufera giudiziaria. L’app per “guadagnare denaro trasportando altre persone durante il tuo tempo libero” è vietata in Spagna e in India, ma anche a Las Vegas e Francoforte. I tassisti italiani, inoltre, sono sul piede di guerra e minacciano cause legali.