Nome in codice: Under 30 - #SMWmilan Nome in codice: Under 30 - #SMWmilan

Nome in codice: Under 30 - #SMWmilan

Quando il digital diventa un’opportunità di lavoro.

Stampa
- + Text size

Sono ragazzi e ragazze, con percorsi formativi diversi e ruoli differenti. Unico punto in comune: hanno tutti meno di 30 anni.

Conoscendo il panorama italiano, potrebbe sembrare molto strano, ma gli “U30” sono ragazzi che lavorano nel mondo digital e che ricoprono ruoli che, in altri settori, sono sicuramente affidati a persone più “senior”. Hanno una laurea, un master, o semplicemente sono auto-didatti; un’altra particolarità in comune è la passione, l’amore per qualcosa che li ha portati a distinguersi dalla massa e ad imparare un mestiere.

Conosciamoli meglio

Mi occupo di sviluppare la strategia a partire dai contenuti. Sono una nativa digitale, ma lavorando nelle agenzie, ho imparato tutto sul campo.

Samanta Giuliani – Content Strategist, docente allo IED

Mi occupo di innovazione e agenda digitale. Ho iniziato a lavorare a 14 anni per portare la banda larga nel mio paese, diventando rappresentante di un’associazione anti digital divide

Federico Morello – Digital Life Coach

Sono un Creative - Strategist Freelance, sviluppo attività creative e strategiche di marketing sui Social Media, Digital e Offline, collaborando con aziende e agenzie italiane

Giuliano Ambrosio – Web Designer Freelance

Sono un consulente che supporta le associazioni ad entrare nel panorama digitale. Vengo da un percorso di studi che non ha molto a che vedere con il digital, ma sono entrato nel digitale in modo spontaneo

Stefano Besana – Social Business & Social Learning Consultant

Ho iniziato creando un network per young digital lab per fare formazione in giro per l'Italia, poi ho aperto la mia agenzia

Michele Polico – Managing Partner

Dalla teoria alla pratica

Oltre ad essere tutti under 30, i ragazzi hanno in comune un altro fattore chiave: tutti si definiscono “autodidatta”.

Samanta dice: “i giovani dovrebbero cercare di prefiggersi un unico obiettivo: la coerenza. È impossibile entrare nel mondo del lavoro ricoprendo l'esatto profilo che ci immaginiamo da studenti o da non addetti al lavoro, ma il modo più intelligente per farsi strada nel mondo del digitale è saper riconoscere le opportunità di crescita che ogni lavoro può offrire”.

Bisogna sapersi raccontare, farsi conoscere dal mondo facendo networking e mostrandosi per quello che si sa fare, senza mentire o voler dimostrare di essere quello che non si è.

Nell’era digital, non è corretto sminuire l’importanza di un buon curriculum, ma dobbiamo ricordare che è necessario raccontarsi per attirare l’attenzione dei player: il curriculum può essere un riassunto del nostro percorso, la storia di tante esperienze guidate da scelte coerenti, che costruiscono il professionista che vogliamo essere.

Oggi, anche la creazione del cv viaggia sui Social: LinkedIn è uno strumento molto utile che permette di mostrare in modo digitale il proprio percorso formativo e lavorativo, ma non solo: tutti i Social possono essere dei canali utili per trovare potenziali clienti o per attirare l’attenzione delle aziende. I Social Network, le moderne piazze, possono essere una vetrina per “esporre” i propri lavori.

 

Consigli utili per gli aspiranti Under 30 Digital

Samanta: “Siate umili: siate sempre voi stessi”

Federico: “Avere il coraggio di buttarsi senza sentirsi impreparati”

Giuliano: “Mettere passione in quello che si fa”

Stefano: “Essere trasparenti nelle relazioni e nelle comunicazioni”

Michele: “Saper imparare a fare quello che serve nel mondo Digital”

Si deve entrare nel mondo del lavoro con la promessa di non rimanere per sempre identici a come siamo partiti: l'esperienza ci deve portare a evolvere, ma mai in termini dispersivi. Di lavoro in lavoro, di anno in anno, dobbiamo diventare sempre più verticali e specializzati. E alla fine del percorso, scopriremo di essere non il professionista che sognavamo agli esordi, ma ancora meglio, il professionista che siamo fieri di essere oggi”, spiega Samanta.


La continua evoluzione e nascita di nuove professioni è sicuramente un fenomeno che ci permette di reinventare il nostro ruolo professionale ma anche quello di scoprire nuove opportunità per la nostra carriera. Essere aggiornati su questi fenomeni è molto importante per la nostra crescita professionale ma da un altro lato è anche molto difficile seguire tutte le sfumature di questo cambiamento continuo.
In ogni modo credo che sia una cosa positiva, ovvero poter inventare nuovi lavori e diventare dei veri creatori di se stessi a livello professionale. Una sfida molto affascinante per potersi realizzare e seguire le proprie passioni
”, aggiunge Giuliano.

Quindi, cari giovani, umiltà, coerenza e passione sono le doti che non possono mancare per entrare nel mondo Digital!