Ratatouille Ratatouille

Ratatouille

Stop wasting. Start giving.

Stampa
- + Text size

Ratatouille è l’app per combattere gli sprechi di cibo.

L’applicazione è nata nel Veneto, grazie a Giorgia, Matteo, Luca ed Elena, quattro ragazzi fra i 22 e i 30 anni, che nel tempo libero hanno cercato di trovare un modo per combattere lo spreco di cibo. Ratatouille, infatti, consente di mettere online il cibo da scambiare, o vendere, con gli altri partecipanti del network.

Come funziona? L’utente, dopo essersi iscritto, compone il suo frigo virtuale con quei prodotti che non ha più voglia di consumare o sa che non potrà mangiare prima della scadenza. Il frigorifero è una vetrina da cui gli altri utenti possono decidere di acquistare o cambiare i prodotti.

Per capire meglio di  cosa si tratta, leggi l’intervista a Luca Milan, uno degli sviluppatori di Ratatouille.

L’idea della nostra app, più che startup, è nata da un hackathon a Vicenza, una competizione per programmatori, dove quello che ci premeva era creare qualcosa che potesse aiutarci nella nostra routine quotidiana. Il team è ben bilanciato e composto da tre sviluppatori software: Matteo Rosati, Luca Milan, Giorgia Marenda e da un art director, Elena Bertolin. Ci siamo tutti conosciuti all’interno dell’incubatore di impresa H­-FARM Ventures dove lavoravamo tutti per aziende diverse.