JOL SKIL - Trento JOL SKIL - Trento

JOL SKIL - Trento

Missione Big Data

Stampa
- + Text size

Il JOL Skil unisce i saperi dell’Università di Trento, della Fondazione Bruno Kessler e le competenze di Telecom Italia.

Si tratta un centro di competenza per lo sviluppo di tecniche innovative per l’analisi di grandi insiemi di dati condotto in collaborazione con l’Università di Trento e la Fondazione Bruno Kessler.

Per capire meglio cosa accade all’interno del JOL SKIL, ne abbiamo parlato con Fabrizio Antonelli Responsabile del JOL di Trento e vincitore del Premio MIT Innovators Under 35 Italia 2014.

Fabrizio Antonelli è stato eletto vincitore grazie al progetto che sta seguendo presso il Joint Open Lab SKIL di Telecom Italia. La sua ricerca riguarda il progetto CitySensing, un esempio di utilizzo di analisi avanzate sui Big Data eterogenei (in particolare dati di rete telefonica e dati da social network) per il monitoraggio di eventi ospitati nelle città.

La vittoria è stata proclamata il 12 maggio a Bologna dal professor Romano Prodi, presidente del comitato scientifico MIT Technology Review Italia.

JOL Skil

Il laboratorio SKIL è focalizzato sullo sviluppo di tecnologie per l’analisi automatica di grosse moli di dati, denominate Big Data. Una delle principali iniziative è rappresentata dal Progetto CitySensing, il cui scopo è l’elaborazione automatica dei flussi di dati anonimizzati, provenienti dalla rete Telecom Italia e da fonti esterne, al fine di identificare evidenze e tendenze in ambito cittadino come la mobilità degli individui, la distribuzione turistica nelle città d’arte, la partecipazione ad eventi, ecc.

Altro progetto di rilievo, sviluppato in collaborazione con MIT e Telefonica, è il Mobile Territorial Lab che, attraverso il coinvolgimento continuativo di una corposa comunità di giovani famiglie Trentine, mira allo sviluppo di soluzioni basate sui dati personali raccolti attraverso gli smartphone, con un focus specifico sulle tecnologie di gestione avanzata della privacy del dato.