Mobile is everything Mobile is everything

Mobile is everything

Intervista con Mats Granryd, Direttore Generale GSMA

- + Text size
Stampa

Con Mats Granryd, Direttore Generale GSMA, abbiamo parlato del ruolo della GSM Association e delle nuove tendenze a livello di servizi mobili e di possibili impatti sulla vita quotidiana delle persone.

Cos'è la GSM Association e di cosa si occupa oggi?

La GSMA rappresenta gli interessi degli operatori di telefonia mobile in tutto il mondo e raccoglie circa 800 operatori e oltre 250 società attive nell'ampio ecosistema della comunicazione mobile, compresi produttori di terminali e dispositivi, società di software, fornitori di apparecchiature e società internet, nonché organizzazioni legate a questi settori.

Lavoriamo con i nostri membri per promuovere iniziative che consentano all'industria della comunicazione mobile di generare un enorme valore aggiunto, a favore dell'evoluzione dell'economia digitale in ambiti come mobile identity, connected living/Internet delle cose, commercio digitale e, ovviamente, le reti di prossima generazione.

A sostegno di queste iniziative, la GSMA si impegna in modo costruttivo con gli stakeholder per definire dei regolamenti e garantire un adeguato campo d'azione, che consenta all'industria mobile di realizzare il suo vasto potenziale. Tramite la nostra organizzazione Mobile for Development, aiutiamo i nostri membri a sfruttare il potenziale trasformativo delle tecnologie mobili per stimolare l'inclusione digitale e finanziaria di miliardi di uomini e donne nei mercati meno serviti di tutto il mondo.

Naturalmente, la GSMA invita anche gli altri esponenti del settore a eventi di rilievo, come l'imminente Mobile World Congress, il Mobile World Congress di Shanghai e le conferenze Mobile 360 Series. 

Per quanto riguarda la tecnologia e la comunicazione mobile, pensa che le attività e gli eventi della GSMA possano avere un impatto concreto sulla vita quotidiana delle persone?

Assolutamente sì. Sebbene la GSMA non sia un'organizzazione che si interfaccia direttamente con i consumatori, gli operatori mobili e il settore della comunicazione mobile in generale offrono servizi e prodotti che hanno avuto un impatto davvero significativo sui consumatori e sulle aziende di tutto il mondo.

Oggi è pressoché impossibile immaginare di vivere senza un cellulare. Il cellulare ha cambiato il nostro modo di comunicare e interagire. Sta trasformando interi settori, da quello automobilistico a quello sanitario, dalla finanza alle aziende di pubblica utilità e non solo. Questo è uno degli argomenti che affronteranno molti rappresentanti del mondo societario al Mobile World Congress.

Il cellulare è un elemento intrinseco alla nostra quotidianità. Le reti mobili ci aiutano a mantenerci in contatto con amici e famigliari, ad essere sempre aggiornati sul lavoro, a migliorare la forma fisica, a monitorare il nostro stato di salute, a gestire le nostre case, ad eseguire operazioni finanziarie e molto altro ancora.

E per chi vive nei paesi in via di sviluppo, il cellulare è sinonimo di "servizi che cambiano la vita". Si pensi, ad esempio, alle soluzioni mobile money, alla salute, all'agricoltura, alle utenze, senza dimenticare il sostegno offerto ai cittadini di tutto il mondo per rispondere e per riprendersi dalle calamità naturali e dalle crisi umanitarie.

Secondo Lei, quali sono le tendenze future dei servizi mobili?

Una delle principali tendenze riguarda sicuramente lo sviluppo continuo del cosiddetto Internet delle cose: tutto e tutti intorno a noi saranno connessi. Ne parleremo anche al Mobile World Congress. Dispositivi portatili, c.d. wearables, automobili connesse, ma anche un'ampia gamma di altre applicazioni - dall'agricoltura e dall'allevamento intelligenti, ai servizi di navigazione smart city, ai servizi associati di infotraffico e meteo, fino al pet tracking, dispositivi per rintracciare i nostri animali domestici: le opportunità sono infinite.

E c'è molto entusiasmo anche per quanto riguarda la rete 5G, che offre un enorme potenziale sia ai clienti che alle aziende. Oltre ad essere di gran lunga più veloce delle tecnologie esistenti, il 5G è all'altezza di applicazioni a elevato valore sociale ed economico e contribuisce a creare una "società iperconnessa". Il 5G verrà utilizzato in tantissime nuove ed esaltanti applicazioni, che vanno da servizi internet ancora più coinvolgenti, ad una sensazionale realtà aumentata, fino ad attività remote a bassa latenza, comprese applicazioni altamente avanzate, come la telechirurgia. I nostri membri stanno facendo del loro meglio per trasformare il 5G in realtà e alcuni vorrebbero lanciare il servizio già nel 2018.

E dal momento che il mondo sta diventando sempre più digitale, le sfide relative a sicurezza e privacy online si fanno ancora più ardue. I clienti vogliono accedere ai servizi internet in modo sicuro e conveniente, con la certezza che i propri dati personali e la propria sicurezza siano tutelati. Gli operatori mobili si trovano in una posizione privilegiata per rispondere a questa richiesta di identità digitale. Grazie alla soluzione Mobile Connect, gli utenti possono utilizzare le credenziali del loro cellulare per accedere in tutta sicurezza a servizi digitali, come l'e-commerce, l'e-banking, i servizi sanitari o i siti di intrattenimento. Mobile Connect ha ottenuto rapidamente un'ampia visibilità e gli operatori mobili stanno diffondendo il servizio ad un numero crescente di abbonati in tutto il mondo.

Qual è il contributo di Telecom Italia e degli altri operatori di telecomunicazioni alla GSM Association?

Gli operatori di rete mobile, come Telecom Italia, rappresentano i pilastri portanti della GSMA, oltre che dell'intero settore mobile. Senza gli operatori e le reti che hanno costruito nei decenni passati, non potremmo godere dei fantastici servizi disponibili oggi. Telecom Italia apporta un contributo fondamentale alla GSMA e svolge un ruolo attivo nei programmi e nelle iniziative che promuoviamo per conto dei nostri membri.