Tra Big Data e design Tra Big Data e design

5G Global Event: il futuro è davvero dietro l’angolo

Stampa
- + Text size

Navigare in mobilità a 500 Mbps. Guidare connected cars in grado di dialogare costantemente con migliaia di sensori sparsi negli edifici e nelle infrastrutture di “città intelligenti”.  Accedere ad applicazioni avanzate di realtà virtuale ed aumentata in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.
 
Sembra un sogno, eppure sono solo alcune delle applicazioni abilitate dallo standard di  quinta generazione per la trasmissione dati in mobilità, il cosiddetto 5G.
 
Se ne parlerà domani e dopodomani, in presenza dei principali rappresentanti dell’industria mondiale, e delle istituzioni nazionali e internazionali, in occasione del 5G Global Event, un simposio organizzato da 5G PPP, la più importante partnership tra soggetti pubblici e privati per lo sviluppo di questa tecnologia.
 
TIM, unica telco italiana presente nella persona del suo Presidente Esecutivo, Giuseppe Recchi, è parte attiva nella definizione dello standard, partecipando da anni ai vari step della sperimentazione. Già nei mesi scorsi TIM ha potuto sperimentare la trasmissione a 500Mbps in download su singola connessione dati, grazie a una evoluzione interlocutoria del 4G (detta 4.5G) su rete LTE. All’evento TIM illustrerà alcune applicazioni attraverso demo di progetti internazionali che sfrutteranno la tecnologia 5G.
 
All’Hotel Marriott di Roma, sede della manifestazione, saranno inoltre presenti, in rappresentanza della Commissione Europea, il direttore il commissario europeo per l’Agenda Digitale Günther  Ottinger e il Direttore Generale della DG Connect Roberto Viola, entrambi da tempo impegnati nell’avanzamento dei passi politici necessari per lo sviluppo di questo standard nell’Unione Europa, coerentemente con l’Agenda 2020, il documento strategico dell’Unione per gli obiettivi di crescita economica.