Umberto Eco, ma anche blogger e youtuber al Festival della Comunicazione Umberto Eco, ma anche blogger e youtuber al Festival della Comunicazione

Umberto Eco, ma anche blogger e youtuber al Festival della Comunicazione

Appuntamento a Camogli dal 10 al 13 settembre 2015

- + Text size
Stampa

Attese oltre 20.000 persone alla seconda edizione di questa manifestazione, intitolata “Uno sguardo a 360 gradi sull’evoluzione del linguaggio”. Sul palco numerosi ospiti, provenienti sia dal mondo accademico (Tullio De Mauro e Piero Angela), sia dai nuovi media digitali (Daniele Doesn't Matter, Anna Venere e Silvio Gulizia). Tutti saranno chiamati a dire la loro su come si stanno evolvendo i linguaggi della comunicazione. Non mancheranno, tuttavia, momenti di svago e di sensibilizzazione sui temi ambientali.

Alcuni eventi saranno trasmessi in live streaming sul sito LIVEonTIM

Sarà il linguaggio il tema principale della seconda edizione del Festival della Comunicazione, in programma a Camogli da giovedì 10 a domenica 13 settembre 2015. Nella cittadina ligure, situata a pochi chilometri di Genova, sono attese oltre 20.000 persone per discorrere sull’evoluzione dei linguaggi comunicativi.

Accademici e youtuber sullo stesso palco

La manifestazione, promossa da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e patrocinata dal Comune di Camogli e dalla Regione Liguria, quest’anno adotterà il titolo “Uno sguardo a 360 gradi sull’evoluzione del linguaggio”. Quattro gli aspetti interrogati dagli oltre 120 ospiti che animeranno la kermesse: il linguaggio della cultura digitale; il linguaggio scientifico; il linguaggio delle arti e il linguaggio delle imprese. Sul palco della manifestazione saliranno sia docenti universitari, sia scrittori e artisti di chiara fama, ma anche e soprattutto famosi blogger youtuber, soggetti che già padroneggiano i linguaggi dettati dai nuovi media digitali. Il programma prevede gli interventi, tra gli altri, di Tullio De Mauro, noto linguista italiano, dello youtuber Daniele Doesn’t Matter, dei blogger Anna Venere e Silvio Gulizia, del direttore scientifico dell'Istituto italiano di Tecnologia Roberto Cingolani, del divulgatore scientifico Piero Angela, del giornalista Aldo Grasso e dei registi Marco Tullio Giordana e Pupi Avati. La seconda edizione del Festival della Comunicazione sarà chiusa da una lectiomagistralis di Umberto Eco dal titolo “Tu, Lei, la memoria e l'insulto”.

Non solo conferenze

Oltre alle conferenze e ai dibattiti, nel ricchissimo programma del Festival della Comunicazione troveranno spazio anche concerti, spettacoli e mostre d’arte. Sono in programma anche tre escursioni in mare nell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e quattro passeggiate sul Monte di Portofino. Sulla spiaggia di Camogli, inoltre, per tutta la durata della kermesse sarà presente l’installazione ambientale “Salviamo il Mediterraneo”, promossa dal biologo Maurizio Wurtz. Un modo per sensibilizzare le molte persone che parteciperanno all’iniziativa sui preoccupanti livelli d’inquinamento raggiunti del cosiddetto Mare Nostrum.