Tradizione e Tecnologia: un binomio vincente con l’app L’Altra Romagna Tradizione e Tecnologia: un binomio vincente con l’app L’Altra Romagna

Tradizione e Tecnologia: un binomio vincente con l’app L’Altra Romagna

All’interno del progetto “Centri Storici Digitali”, che sta interessando tutte le province romagnole, è stata lanciata l’applicazione mobile per visitare i borghi più affascinanti dell'entroterra.

- + Text size
Stampa

Tesori naturali e patrimonio culturale delle zone delle Romagna da visitare in modo digitale ed interattivo. Sistemi user friendly per promuovere e valorizzare lo sviluppo rurale del territorio, così come richiesto dal programma europeo in tema di smart cities.

Un viaggio digitale a 360 gradi alla scoperta dei luoghi più affascinanti della Romagna, dal patrimonio artistico, alle più antiche tradizioni, passando per la bellezza degli scorci naturali che questa ricca terra offre. È così che il Gruppo Azione Locale ha voluto dare risalto turistico a ben 33 comuni del territorio, sfruttando le potenzialità della tecnologia e dando il via all’iniziativa “L’Altra Romagna”.

Il progetto

Il lancio dell’applicazione “L’Altra Romagna” si colloca all’interno di un ampio Programma di Sviluppo Rurale che vede impegnata l’intera Regione in numerose attività volte ad unire la tradizione locale alle ampie potenzialità dell'innovazione tecnologica. Dopo aver completato con successo la prima fase di installazione di punti di accesso Wi-Fi in 23 comuni delle provincie di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, il percorso di “Centri Storici Digitali” prosegue con “L’Altra Romagna”. L’applicazione, realizzata per smartphone e tablet, sia con dispositivi iOS che Android, è stata ideata con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le risorse del territorio, grazie all'ausilio di guide multimediali in grado di fornire ai visitatori, in modo smart ed immediato, tutte le informazioni utili e di interesse per vivere l’esperienza di un turismo 2.0. La soddisfazione del presidente del Gal L’Altra Romagna, Bruno Biserni, è confermata dalle sue parole: le numerose adesioni da parte dei comuni interessati, infatti, dimostrano come il progetto sia stato considerato un’opportunità concreta per rilanciare al successo l’entroterra romagnolo e tutto il patrimonio culturale della Regione.  

I vantaggi dell’App

Fornire uno strumento che permetta di soddisfare l’interesse e la voglia di scoperta dei numerosi turisti che ogni stagione visitano la Romagna, significa dare il via ad un fenomeno virtuoso che si pone come base del rilancio nel mondo non solo della Regione ma dell'intero patrimonio nazionale. Come spiegato dal presidente del Gal, questo è l’obiettivo ultimo dell’applicazione L’Altra Romagna: grazie a contenuti ricchi, facilmente fruibili da parte degli utenti, e suddivisi in aree tematiche come Località, Prodotti e Ospitalità, Servizi e Territorio, Arte e Cultura, Ambiente e Natura è possibile creare nuove prospettive all'economia del territorio. Inoltre, la funzione Itinerari presente all'interno dell'App, permette di lasciarsi guidare attraverso i luoghi più affascinanti in modo interattivo: grazie al supporto dell’innovativo sistema di realtà aumentata, l'esperienza turistica sarà in perfetto equilibrio tra natura e tecnologia.