Al via la seconda edizione del Festival del giornalismo enogastronomico Al via la seconda edizione del Festival del giornalismo enogastronomico

Al via la seconda edizione del Festival del giornalismo enogastronomico

A partire da oggi pomeriggio a Galati Mamertino, in provincia di Messina

- + Text size
Stampa

Si parlerà soprattutto di Land Food, espressione che si utilizza per indicare l’agricoltura sana dei territori. Ricchissimo il programma, caratterizzato da degustazioni dei prodotti tipici del territorio, tavole rotonde, convegni, dibattiti e presentazioni di libri. Un appuntamento in cui si mescoleranno tradizione culinaria e innovazione comunicativa.

La terra, i produttori, la tradizione, l’agricoltura sana: elementi che possono essere racchiusi in un’espressione inglese, ossia Land Food. E proprio questo concetto sarà il tema centrale della seconda edizione del Festival del giornalismo enogastronomico che si terrà a Galati Mamertino, sui Nebrodi in provincia di Messina. La manifestazione prenderà il via oggi pomeriggio e proseguirà per tutta la giornata di sabato.

Le nuove forme comunicative al servizio dell’economia dei territori

I promotori del Festival hanno deciso un titolo esplicativo per questa edizione: “Giornalismo 3.0: economia, cultura e informazione al servizio del territorio”. Una giornata in cui si evidenzierà come le nuove tecnologie informative possano contribuire allo sviluppo delle economie territoriali. Il programma del Festival del giornalismo enogastronomico è molto ricco. Tra oggi e domani si terranno dibattiti, presentazioni di libri, degustazioni di prodotti tipici della zona, ma soprattutto una riflessione di ampio respiro sulla filiera enogastronomica, il turismo, la formazione degli imprenditori agricoli e le startup. Proprio a Galati è stato recentemente inaugurato un incubatore d’imprese operanti nel settore agroalimentare. Il Festival prenderà il via proprio parlando di neo-imprese attraverso la tavola rotonda dal titolo “Start up e agroalimentare, quali strumenti per le aree periferiche” alla quale prenderanno parte Nino Amadore (Il Sole 24Ore), Alfredo Pecoraro (Ansa), Marco Romano (Università di Catania), Vincenzo Cordone (esperto di programmazione di Fondi Ue), Elita Schillaci (presidente Sicilian Venture Philantropy Foundation), Fabio Montagnino (Consorzio Arca) Laura Leonardis (consulente Regione siciliana), Carlo Giuffrè (responsabile network internazionale per lo sviluppo di scambi di buone prassi).

Nuove idee per un territorio bellissimo

Il Festival del giornalismo enogastronomico, sebbene sia solo alla seconda edizione, è già divenuto un punto di riferimento per il mondo dell’informazione, tanto da aver meritato il riconoscimento dell'Ordine dei Giornalisti. Gli organizzatori, inoltre, sono certi che quest’appuntamento stimolerà tutto il territorio dei Nebrodi, un’area bellissima pronta a ospitare progetti nei settori dell’agricoltura, del turismo e della ristorazione. Idee atte a sviluppare l’economia messinese, anche e soprattutto per offrire opportunità lavorative alle giovani generazioni, in genere costrette a lasciare la Sicilia in cerca d’impiego. L’agricoltura, specie quella che valorizza le coltivazioni tipiche di una determinata area, ha già dimostrato di poter offrire molti sbocchi occupazionali.