Scuola digitale in Italia? Con Fidenia è possibile Scuola digitale in Italia? Con Fidenia è possibile

Scuola digitale in Italia? Con Fidenia è possibile

Una piattaforma online che permette agli insegnanti di confrontarsi con alunni, genitori e colleghi

- + Text size
Stampa

In pochi mesi si sono registrati al sito oltre 3.000 utenti, provenienti da 400 scuole. Gli insegnanti stanno dimostrando di apprezzare le funzioni dello strumento che ha ricevuto non poche recensioni positive sui forum di settore. E adesso Fidenia sta cercando di stringere accordi con gli Uffici Scolastici Regionali.

La scuola italiana è scarsamente digitale. È da considerarsi un difetto? Sì e non tanto per l’impietoso confronto con quanto accade in altri Paesi, ma anche e soprattutto perché l’attuale sistema didattico non sembra adeguato alla formazione dei cosiddetti nativi digitali. Eppure, nel nostro Paese sono stati realizzati tanti progetti appositamente studiati, mai verbo fu più calzante, per dare una svolta digitale alla scuola. Uno dei più interessanti è indubbiamente Fidenia.

Fidenia: una piattaforma di “social learning”

Fidenia si autodefinisce una piattaforma di “social learning” attraverso la quale gli insegnanti possono confrontarsi con i propri alunni, ma anche con altri colleghi. Un ambiente digitale, impostato secondo le logiche dei social network, che offre un’ampia gamma di strumenti didattici, ma anche organizzativi, ai docenti. Attraverso Fidenia un insegnante può strutturare classi virtuali, inviare compiti per casa e questionari auto-valutanti, aggiornare online il registro e molto, molto altro. Anche i genitori degli studenti possono accedere alla piattaforma, rendendo più semplici le comunicazioni tra scuola e famiglia.

Semplice da usare e (in parte) gratuita

Un insegnante ha la possibilità di accedere a Fidenia anche se la sua scuola non ha aderito al progetto. L’iscrizione è gratuita, ma alcune funzioni, dette premium, sono a pagamento. Il docente può invitare i suoi studenti a registrarsi alla piattaforma, condividendo con loro il codice del suo corso (es. Italiano Prof. Rossi, Fisica Prof. Verdi, Scienze Prof. Bianchi). Terminate le operazioni d’iscrizione, l’insegnante può condividere con i suoi alunni, ad esempio, risorse didattiche, compiti da svolgere, aggiornamenti sul programma didattico e avvisi. Interazioni simili possono avvenire anche tra tutti i docenti presenti sul sito. I genitori, invece, hanno l’opportunità di controllare l’andamento scolastico dei propri figli (compresa la pagella), ma anche di ricevere comunicazioni di servizio e di prenotare appuntamenti con i docenti.

Una startup bolognese

Fidenia è una startup bolognese nata nel 2014. Dopo una fase di test, la piattaforma è stata lanciata all’inizio dell’anno scolastico in corso. Sono già 3.000 gli utenti iscritti, appartenenti a oltre 400 scuole disseminate in tutta la Penisola. Il progetto, grazie all’interesse mostrato dal MIUR, in questo momento si sta presentando ai vari Uffici Scolastici Regionali, anche se la miglior pubblicità per la piattaforma è il gradimento degli insegnanti che, com’è possibile leggere nei commenti di alcuni forum di settore, stanno dimostrando di apprezzare moltissimo le funzioni di Fidenia.