La cultura regina per una notte a Taranto La cultura regina per una notte a Taranto

La cultura regina per una notte a Taranto

Domani, 13 giugno, si terrà la seconda edizione de “La notte della Cultura”

- + Text size
Stampa

Vasto e variegato il programma che prevede appuntamenti con l’arte, la musica e il teatro. In evidenza la mostra della fotografa newyorchese Rebecca Arnold e la performance della nota violinista lituana Saule Kilaite. Tante le iniziative che riguarderanno il Museo MARTA. L’evento sarà replicato anche a Ostuni (luglio) e Galatina (agosto). Per il prossimo anno prevista una tappa anche a Matera, capitale europea della cultura 2019.

Dopo il grande successo riscosso lo scorso anno, torna “La notte della Cultura”, manifestazione che si terrà domani, sabato 13 giugno, a Taranto. La città vecchia sarà animata da un vasto e variegato insieme di eventi che spazieranno dall’arte alla musica, passando per il teatro.

Un ruolo di primo piano per MARTA

Ricchissimo il programma, presentato martedì scorso dall’Amministrazione comunale di Taranto. Grande attenzione sarà riservata al Museo archeologico nazionale di Taranto, conosciuto anche come MARTA, all’interno del quale si terranno due appuntamenti esclusivi: alle 18.00 un concerto a cura dell’Istituto Musicale Giovanni Paisiello; a partire dalle ore 21.00, invece, nel chiostro dell’Università “Aldo Moro”, più precisamente nell’area riservata alla letteratura, saranno presentate le preziose collezioni di questo polo museale.

Grandi artisti, provenienti da tutto il mondo, si danno appuntamento a Taranto

Artisti originari di Taranto, provenienti da ogni angolo del globo, animeranno con le proprie performance corti, giardini e piazze. Nel corposo insieme di eventi spicca la mostra della fotografa newyorchese Rebecca Arnold, grande estimatrice della città pugliese. Il programma musicale, inoltre, è molto nutrito: ci saranno concerti di musica classica ed elettronica, ma anche di jazz contemporaneo e arpa celtica. Sarà presente all’iniziativa la nota violinista lituana Saule Kilaite. Saranno posizionati pianoforti lungo le principali strade della città vecchia per accompagnare le passeggiate dei presenti.

“Repliche” a Ostuni e Galatina. Per il 2016 anche Matera

“La notte della Cultura” avrà delle “repliche” nelle vicine città di Ostuni (25 e 26 luglio) e Galatina (28 e 29 agosto) che hanno aderito all’iniziativa con grande piacere. Il comitato promotore dell’iniziativa sta pensando di coinvolgere, il prossimo anno, anche Matera, recentemente nominata capitale europea della cultura 2019.