Verso un nuovo modello manageriale femminile Verso un nuovo modello manageriale femminile

Essere donne in TIM

Verso un nuovo modello manageriale al femminile

Stampa
- + Text size

NoiD-mobile

Poco più di un secolo fa, nei primi del 900,  in diverse parti del mondo - dall’America alla Russia - si cominciavano a muovere i primi  passi verso l’affermazione di alcuni diritti fondamentali delle donne riguardo al salario, all’orario di lavoro, alle discriminazioni sessuali ed alla partecipazione alla vita politica.


Come in altri casi, il riconoscimento di questi diritti non poteva dirsi solo una conquistata equità sociale, ma un progresso complessivo per la società, che non poteva più continuare a sentirsi privata del contributo di una sua parte così importante.
Questo è il senso del riconoscimento mondiale dell’8 marzo, istituito dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite come giorno della donna.

Tornando ad oggi, l’attuale scenario di mercato è pieno di sfide complesse, i vantaggi competitivi hanno vita sempre più breve, la loro durata dipende dalla replicabilità delle soluzioni di successo.


Tutte le grandi aziende non possono più solo interessarsi ad aspetti legati alla performance economica: in un mondo sempre più interdipendente e trasparente, sono fortemente esposte nelle loro azioni al giudizio del pubblico e devono farsi carico anche del proprio impatto sociale e ambientale, in questo senso ad esempio la Corporate Shared Value diventa una necessità.

In un contesto mutevole si va affermando il modello manageriale di quella che può essere chiamata una “leadership dell’essere” con un tocco umano più accentuato, in cui l’empatia e l’ascolto sono strumenti di innovazione capaci di creare un’organizzazione in grado di auto-rinnovarsi, cioè di rigenerarsi. E per essere generativi abbiamo bisogno di maschile e femminile.

Nel 2012 alcune donne manager di Telecom Italia hanno sentito l’esigenza di unirsi per affrontare la sfida che si stava delineando nella consapevolezza del loro valore e dell’impegno necessario per affrontarla. E’ nata così l’Associazione Noi D Telecom  che ad oggi conta 160 associate.
La sua finalità è contribuire “all’evoluzione sana e sostenibile della nostra Azienda anche attraverso la valorizzazione delle donne, del loro ruolo e della cultura manageriale di cui sono portatrici” come recita lo Statuto.

Le parole che sintetizzano i valori di cui vogliono essere portatrici sono coraggio, ascolto, inclusività, onestà, partecipazione, pragmatismo, orientamento al nuovo.


“Superare la diversità di genere non è solo una legittima questione etico-morale ma diventa imprescindibile in un mercato sempre più interconnesso e complesso”.


Stefania Santucci Presidente dell’Associazione NoiD Telecom



Molti sono i punti di contatto tra la proposizione di NoiD ed il nuovo Modello di Leadership che è parte integrante della People Strategy.
L’Associazione promuove la condivisione di esperienze, conoscenze e iniziative volte al ribilanciamento di genere. Molte attività sono condotte in collaborazione con l’Azienda e vanno dalla costituzione di un osservatorio di genere sulla presenza femminile nell’organizzazione, alla realizzazione di incontri ed eventi per le Associate su tematiche inerenti alla leadership al femminile. Di grande importanza anche le attività di networking e scambio di esperienze con altre associazioni, come ad esempio l’Associazione donne Banca D’Italia, Valore D e Professional Women Network.


“L’Associazione Noi D Telecom vuole supportare tutte le donne che credono in un modello manageriale integrato per migliorare il futuro nostro e della nostra Azienda.
Il network con altre associazioni è una grande risorsa per sentirci parte di un sistema molto più ampio e complesso dal quale attingere spunti e possibili soluzioni. In questi anni ci siamo messe in discussione e siamo riuscite ad avvicinarci creando quel “network caldo” che solo le donne sono capaci di creare. E oggi, in particolare, siamo orgogliose due volte di essere donne, per tutta la strada che è stata fatta dai primi del ‘900 e per il lavoro che nel nostro “piccolo” portiamo avanti ogni giorno dentro e fuori dalla nostra azienda”.

Il giorno della Festa della Donna vede anche la nascita del sito dell’Associazione noidtelecom.it