Ambiente e Sociale

Integrare le diversità

Le tecnologie informatiche possono permettere oggi di valorizzare le diversità e rimuovere le barriere della comunicazione. Telecom Italia e Fondazione Telecom Italia supportano progetti innovativi basati sull’utilizzo delle tecnologie che sperimentano nuove forme educative, nuovi approcci e nuovi strumenti per il superamento dei disagi della comunicazione.

Progetto Volis

Come imparare una lingua che usa i segni come parole?

Ogni giorno educatori, logopedisti e psicologi affiancano bambini e ragazzi affetti da sordità o difficoltà linguistiche. Uno degli aspetti più complessi è la valutazione dell’effettiva comprensione della lingua dei segni (LIS) nei ragazzi. Il progetto Volis, una collaborazione tra Fondazione Telecom Italia e l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR, ha permesso la creazione di una piattaforma digitale che aiuta a valutare il livello di comprensione della LIS attraverso dei test. Le risposte al test vengono registrate dalla piattaforma permettendo agli educatori di migliorare i percorsi didattici e adattarli alle necessità dei loro giovani pazienti.

Volis fa parte dei tre progetti selezionati da Fondazione Telecom Italia grazie all’Open Call “Disagi della Comunicazione” del 2013. Il secondo progetto, SI DO RE MI, è dedicato ai bambini affetti da disturbi autistici mentre Cinque Petali è rivolto ai ragazzi con disturbi dell’apprendimento.

Io Parlo Italiano

L'italiano per studenti appena arrivati in Italia

Nelle scuole italiane cresce il numero di alunni stranieri di recentissima immigrazione che non conoscono la lingua italiana. Per facilitare il loro inserimento Fondazione Telecom Italia finanzia il progetto Io Parlo Italiano, promosso dal Miur e attuato in oltre 75 scuole, con 450 alunni e 150 docenti, per un totale di 15.000 ore. 

L’obiettivo è facilitare lo studio della nostra lingua a studenti stranieri al terzo anno delle scuole medie, con corsi intensivi e laboratori, per aiutare i ragazzi a superare l’esame di stato e orientarli nella scelta della scuola superiore.

Comunico-IO

Abbattere le barriere della comunicazione tra udenti e persone sorde

“Comunico-IO” facilita la comunicazione tra persone udenti e persone sorde, abbattendo gli ostacoli che isolano la persona sorda nella società. Il progetto, dedicato ai dipendenti del Gruppo Telecom Italia, favorisce l’integrazione in azienda. Nella prima fase, grazie a una webcam ad alta definizione, è stato possibile effettuare video chat nella lingua dei segni (LIS). Successivamente è stata creata un’applicazione che permette di trasformare un messaggio scritto in uno vocale. Uno strumento utile non solo nei momenti di emergenza ma anche nella comunicazione di tutti i giorni.

Dato il successo incontrato, è ora in fase di sviluppo una nuova applicazione che permetterà alle persone non vedenti di trasformare un comando vocale in mail o SMS.