Ambiente e Sociale

Salvaguardare l'ambiente

La tutela dell’ambiente è una sfida per la società e la tecnologia gioca un ruolo fondamentale in questo contesto. Telecom Italia affronta la lotta al cambiamento climatico da un lato riducendo le proprie emissioni, dall’altro offrendo ai propri clienti prodotti e servizi efficienti di dematerializzazione e soluzioni innovative.

Cosa è stato fatto per ridurre i consumi di energia in azienda?

Per contenere il consumo di energia elettrica e le emissioni Telecom Italia ha realizzato diverse iniziative che vanno dall’introduzione di oltre 350.000 lampade LED a basso consumo negli spazi comuni, all’incremento efficiente di produzione di energia per autoconsumo locale.

Il progetto più significativo riguarda lo Smart Center: un centro tecnologico all’avanguardia che aiuta a gestire correttamente le risorse a disposizioneGrazie a 24.300 sensori collocati all’interno di centrali, sedi, stazioni radiomobili, uffici e negozi, lo Smart Center monitora costantemente la metà dei consumi di Telecom Italia, per individuare aree di miglioramento e per proporre soluzioni innovative di risparmio energetico.

Nove progetti ottengono riconoscimenti per il risparmio energetico

I progetti innovativi che portano a un significativo risparmio di energia elettrica sono premiati dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) attraverso il riconoscimento di Certificati Bianchi

Nel 2013 sono stati riconosciuti Certificati Bianchi per nove progetti di Telecom Italia che hanno permesso un risparmio energetico annuo pari a 23.000 TEP e un ricavo in termini economici di oltre 16 milioni di euro. Altri 18 progetti, corrispondenti ad un risparmio annuo di oltre 55.000 TEP, sono in corso di valutazione da parte del GSE.

Come è migliorata l'efficienza della trasmissione dati?

Aumentare la velocità e la quantità di dati trasmessi comporta un crescente consumo di energia. Le iniziative messe in campo da Telecom Italia vanno proprio nella direzione di studiare l’efficienza energetica dei servizi offerti mettendo in correlazione i bit trasmessi (traffico dati e voce) con la quantità di energia consumata per fini energetici industriali, civili e per autotrazione (misurata in joule).

Rispetto al 2011 il Gruppo è riuscito a migliorare del 28% la propria efficienza nel trasporto dati e, per il 2014, l’obiettivo è un incremento del 9,6% rispetto al 2013.