Innovazione

Joint Open Lab

Francesco Profumo, Ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Marco Patuano, AD di Telecom Italia e Cesare Sironi, responsabile dell'area Innovation di Telecom Italia si sono confrontati con i dottorandi del Semantics & Knowledge Innovation Lab (SKIL) di Trento

I Joint Open Lab (JOL) sono laboratori di ricerca e innovazione creati all’interno di poli universitari. Nascono da collaborazioni e accordi in specifici campi di interesse scientifico e tecnologico che vedono coinvolte Telecom Italia e le principali università italiane.

I JOL sono veri e propri laboratori congiunti interdisciplinari in grado di generare idee e soluzioni e nuovo valore su obiettivi di ricerca e innovazione condivisi.

I vantaggi, sia per Telecom Italia sia per le università, sono molteplici. Da un lato, si amplifica la creazione di valore e accelera il trasferimento industriale attraverso lo sviluppo congiunto e condiviso con le università. Dall'altro, si alimenta la ricerca industriale con l'immissione di nuove idee e nuova imprenditorialità integrata in ambiti territoriali innovativi.

Le attività dei JOL si basano su un circolo virtuoso tra tre componenti principali: la Didattica, la Ricerca e il “Trial & Industrial Transfer”, cioè la sperimentazione sul campo relativa a temi di interesse per l’azienda e su cui gli atenei eccellono. In questa prima fase sono cinque gli atenei coinvolti; tra questi, il laboratorio SKIL di Trento è stato il primo a essere attivato.

Trento, Università di Trento

Lab: SKIL - Semantics & Knowledge Innovation Lab

Aree: Big data, personal data e loro significato semantico

SKIL è inserito nel polo italiano dell’ICT dell’Istituto Europeo di Tecnologia (EIT) e raccoglie talenti da tutto il mondo lavorando a stretto contatto con l’Università e i centri di ricerca. Uno sguardo rivolto al futuro per sviluppare tecnologie che analizzino automaticamente e diano un significato semantico all’enorme flusso dati che attraversa le nostre reti ogni giorno, oggi chiamato Big Data. Tra le collaborazioni più importanti quella con lo Human Dynamics Group di MIT e Telefonica sul progetto Mobile Territorial Lab www.mobileterritoriallab.eu.

Maggiori informazioni: skil.telecomitalia.com

Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna

Lab: WHITE Lab - Wellbeing and Health Innovative Technologies Lab

Aree: Assisted Living e sanità digitale attraverso tecnologie avanzate di sensoristica e comunicazione distribuita

Unendo competenze sia tecnologiche sia gestionali svolge ricerche su temi che spaziano dal mantenimento al recupero della salute con l'aiuto di tecnologie ICT e bio-robotiche. L'adozione di sensori di diverso genere, indossabili e dislocati nell'ambiente, apre le porte a nuovi approcci alla prevenzione, assistenza e riabilitazione.

Milano, Politecnico di Milano

Lab: S-Cube - Social Smart Spaces Lab

Aree: Tecnologie e servizi per un’interazione “smart” tra le persone e gli ambienti (casa, ufficio, città, ecc.)

L'obiettivo del laboratorio è quello di studiare soluzioni in grado di aiutare milioni di cittadini del mondo a interagire meglio con le persone e gli spazi che li circondano con l’ausilio di nuove tecnologie di comunicazione social a distanza o in prossimità. Questi insiemi di persone e oggetti fisici troveranno vari “smart space” reali e virtuali: dalla casa e ufficio, al campus universitario, fino a Expo2015.

Torino, Politecnico di Torino

Lab: CRAB - Connected Robotics Application laB

Aree: Cloud robotics e nuovi scenari applicativi

La capacità di connettersi a reti broadband sempre più performanti permetterà ai robot di sfruttare il cloud per trasferire in rete la propria intelligenza aprendo nuovi e interessanti scenari applicativi. Robot App Store, Cloud Robotics, Framework Open Source per i robot, questi i temi su cui CRAB lavorerà per individuare nuovi concept di servizio che permettano a Telecom Italia di diventare attore di questo nuovo mercato.

 

Lab: Swarm Lab

Aree: Internet of things e tecnologie di elaborazione distribuita tra oggetti

Sviluppo di tecnologie e concept di servizio basati sulla presenza di una pluralità di dispositivi comunicanti: la cosiddetta Internet Of Things, o Internet con gli Oggetti. Gli oggetti diventeranno “sciami intelligenti” (swarm intelligence) capaci di offrire servizi complessi co-operando fra loro ad esempio per il controllo energetico distribuito o la casa domotica autoadattativa.

 

Lab: Visible

Aree: Sistemi di ricerca visuale e realtà aumentata

Il Visible è il laboratorio in cui Telecom Italia e il Politecnico di Torino sviluppano sistemi di ricerca visuale e di realtà aumentata. Con la ricerca visuale si identificano gli oggetti presenti in un’immagine, con la realtà aumentata si mostrano in tempo reale le informazioni relative agli oggetti riconosciuti, sovrimposte coerentemente con la scena inquadrata.

 

Lab: Mobilife - Mobile Social Applications Lab

Aree: Servizi mobili rivolti al mondo social (social media, social reading, ecc.)

Il focus è tutto sul design e la prototipazione di servizi mobili, ovvero l’intero processo di realizzazione di tali servizi, a partire dalla progettazione delle interfacce utente fino alla pubblicazione di tali servizi sul web o sugli application store. I principali temi sono: social media, social reading e content curation, e-Government/Social Democracy, mobile social network, ergonomia delle applicazioni mobili, attività didattica congiunta.

Catania, Università di Catania

Lab: WAVE - Wireless Applications in multi-deVice Ecosystems

Aree: Servizi di mobile internet multidevice e multiscreen su reti di futura generazione

Il laboratorio, situato nel cuore della Cittadella Universitaria del capoluogo etneo, ha lo sguardo puntato verso il futuro del wireless. Si realizzeranno applicazioni mobili innovative, basate su piattaforme di sviluppo software versatili, sfruttando le potenzialità offerte da una moltitudine di device connessi (smartphone, tablet, PC, TV, smart objects, ecc.).