Il modello di sviluppo

04/12/2017 - 08:30

- + Text size
Stampa
Le persone che lavorano in TIM sono un patrimonio di competenze, motivazioni, potenzialità, saperi, esperienze.
Quando parliamo di sviluppo in TIM pensiamo alla "cassetta degli attrezzi" per :
  • mantenere aggiornare e accrescere le conoscenze e le competenze;
  • valorizzare le potenzialità delle nostre persone;
  • costruire percorsi di crescita per far emergere i talenti.
La cassetta comprende, tra le altre cose, momenti di valutazione, iniziative di formazione e job rotation.
L'obiettivo è la valorizzazione della persona nel suo insieme, competenze ed energia, in linea con i seguenti principi a cui ci ispiriamo:
  • inclusività (coinvolgimento di tutti),
  • differenziazione (percorsi basati sulle caratteristiche specifiche di ciascuno),
  • trasparenza (regole di accesso note a tutti),
  • equità (correttezza nel riconoscimento del merito individuale).
Crediamo che l’impegno di ciascuno contribuisca a mantenere e accrescere nel tempo non solo il valore individuale, ma anche quello complessivo dell’azienda.

Quanto sono soddisfatte le nostre persone

Nel 2017 abbiamo realizzato una survey interna, in partnership con l’Università degli Studi di Roma "La Sapienza", sui temi della diversity e inclusion, su un campione di 1080 persone rappresentative dell'universo TIM S.p.A.
Una sezione era dedicata alla employee satisfaction, elaborata dall'originale scala di Smith Kendall e Hulin (1969): il valore medio di soddisfazione calcolato, in scala da 1 a 6, è stato di 4,27. La percentuale di dipendenti molto soddisfatti (5 + 6) è del 33,9%.

Nel processo di copertura delle posizioni organizzative, TIM favorisce il ricorso a promozioni interne individuate attraverso il sistema delle Tavole di Rimpiazzo: l'adeguatezza di ogni potenziale candidato interno viene valutata sia per coprire specifici ruoli organizzativi sia  per la crescita verso ruoli più complessi. Il ricorso al mercato esterno viene utilizzato con riferimento a specifiche richieste del top management o per mancanza di candidati interni disponibili nel breve-medio termine.