Olivetti Design Contest 2017: i vincitori

11/04/2017 - 15:40

- + Text size
Stampa

Sei vincitori e sei menzioni di merito all’Olivetti Design Contest 2017.

Luca Cordero di Montezemolo: “Giuria piacevolmente colpita dalla bontà e freschezza delle proposte”.

Presentata la nuova linea dedicata al “registratore di cassa 2.0” frutto dell’edizione 2016 del Contest

 
 

Dopo il successo della prima edizione, anche nel 2017 Olivetti Design Contest conferma la tradizione di grande attenzione per il design e l’ampia centralità data ai giovani, valori che da oltre un secolo caratterizzano la società insieme all’innovazione e alla sperimentazione. Nella convinzione che la bellezza sia un driver fondamentale anche per l’industria, il Contest si rivolge agli studenti delle principali istituzioni universitarie di design europee. Ventotto i progetti arrivati in finale, in cui sono stati coinvolti settantadue studenti, che offrono un contributo originale alla realizzazione di un telefono fisso business e alla scocca di una stampante 3D.

La Giuria, presieduta da Luca Cordero di Montezemolo e composta da Silvana Annicchiarico, direttrice Triennale Design Museum; Emanuele Cappelli, designer; Elisabetta Colacchia, Head of CEO Staff TIM; Andrea Granelli, presidente Associazione Archivio Storico Olivetti; Luca Josi, Senior Vice President Brand Strategy & Media TIM;  Federica Moroni, Vice President Institutional and External Relations Olivetti; Gerard Pogorel, Professore di Economia e Management Emeritus presso ENST Telecom Paris Tech; Giovanna Talocci, Vice Presidente ADI – Associazione per il Disegno Industriale, ha decretato i vincitori fra i progetti analizzati, come segue:

  • per i progetti relativi al telefono business il primo premio di 2.000 Euro è andato a “One” realizzato da Carlo Angrisani, Alessandro Consigli, Francesco Di Martino e Andrea Di Santo, allievi di RUFA (Rome University of Fine Arts); il secondo premio di 1.500 Euro al progetto “S-17” di Olivia de Sury, studentessa dello IED Milano; il terzo premio di 1.000 Euro al progetto “Mirror” di Gino Pisano, Quiuxuan Wen e Zengjie Zheng di RUFA (Rome University of Fine Arts). Il secondo classificato, “S-17” di Olivia de Sury, si aggiudica inoltre una menzione di merito per l’originalità del progetto;
  • per la scocca della stampante 3D il primo premio di 2.000 Euro è stato aggiudicato a “O-Live” realizzato da Dominika Wasik, Eda Yalkin, Ishwari Dhadge, Johanna Soto e Vedanti Joshi allievi di Domus Academy; il secondo premio di 1.500 Euro al progetto “Unibody” di Miguel Lόpez Gil studente di EASD Valencia (Escola d'Art i Superior de Disseny de València); il terzo premio di 1.000 Euro al progetto “Ghost” di Francesco Barberini, Marco Miozzi, Mattia Zaccara, Pasquale Fazio e Luca Cavassa  di IED Milano.

La Giuria ha reputato opportuno attribuire anche cinque menzioni di merito per la qualità del progetto di comunicazione a: “O-Live”, già vincitore del primo premio per la scocca della stampante 3D; “Easyone” di Konstantin Berner, Aman Bhayana, Da sol Cho, Nina Grubisic e Eunji Lee allievi di Domus Academy; al progetto “Module O” di Nabila Ahmed, So-Hyeon Choi, Ardea Krasniqi e Victor Rosas di Domus Academy; al progetto “Nonstop!” di Rachabadin (Kevin) Sirinarinthon, Neele Buddhadev e Thomas Radwanski; e al progetto “3D printer body” di Isaac Cores Irago di EASD Valencia (Escola d'Art i Superior de Disseny de València).

Luca Cordero di Montezemolo, Presidente della Giuria, ha commentato: “Sono rimasto piacevolmente colpito da questa esperienza sia per l’ottimo livello delle proposte analizzate, nonostante la difficoltà dei temi affrontati, sia per l’alta qualità delle presentazioni e della comunicazione di progetti innovativi e complessi. Credo di poter affermare che la freschezza e l’entusiasmo che traspaiono dai lavori degli studenti abbiano contagiato tutti i membri della Giuria, molto attenti e impegnati, con i quali ho avuto il piacere di collaborare in questa occasione”.

In linea con le finalità del concorso e con la tradizione aziendale di apertura all’innovazione, Olivetti è inoltre lieta di annunciare che proprio in questi giorni ha presentato il modello “entry level” del nuovo registratore di cassa 2.0 realizzato in base al progetto e grazie al contributo di Cem Yilmaz  -  già studente del NABA (Nuova Accademia Belle Arti) di Milano - uno dei vincitori dell’Olivetti Design Contest 2016. Si tratta del primo prodotto della nuova linea Olivetti di registratori di cassa connessi di nuova generazione che, dopo il lancio di questo modello, vedrà nei prossimi mesi la declinazione su tutta la gamma.

****

Olivetti, marchio storico dell'industria italiana, è oggi il polo digitale del Gruppo TIM, suo azionista di controllo. Grazie a un’ampia offerta di prodotti HW e SW all’avanguardia, svolge l’attività di Solution Provider offrendo soluzioni in grado di automatizzare processi e attività aziendali per le PMI , le grandi aziende e i mercati verticali. Grazie al know how nei settori Machine to Machine, Internet of Things, Cloud Computing e multicanalità evoluta, Olivetti ha oggi un posizionamento distintivo di competenze nell’ambito dell’innovazione digitale. Olivetti ha una presenza commerciale in oltre 50 paesi al mondo, prevalentemente in Europa, nel Far East e in America Latina.

Maggiori informazioni su www.olivetti.com

 

Roma, 11 aprile 2017