TIM e Comune di Novara: siglato accordo per “Novara Smart City”

25/07/2018 - 13:00

- + Text size
Stampa

Al via applicazioni e servizi innovativi per lo sviluppo digitale del territorio: sicurezza, turismo e cultura


Il Comune di Novara e TIM hanno siglato un accordo finalizzato a dare impulso allo sviluppo digitale del territorio e proiettare così la città verso il modello di Smart City,  attraverso l’individuazione di servizi e soluzioni innovative adatte a soddisfare le sempre più specifiche necessità di tutti i soggetti, pubblici e privati. L’obiettivo è di migliorare la qualità della vita delle persone attraverso una serie di interventi riguardanti la sicurezza, il controllo, il turismo e la valorizzazione del territorio grazie ad una serie di applicazioni realizzate da TIM.

I contenuti dell’accordo, che è stato attivato dall’amministrazione aderendo allo strumento-quadro delle Convenzioni CONSIP, sono stati illustrati oggi dal sindaco del Comune di Novara, Alessandro Canelli, dal Direttore generale dell'Ente, Roberto Moriondo, e dal Responsabile Business Pubblica Amministrazione Piemonte, Val d’Aosta e Liguria di TIM, Luciano Albanese.

Grazie a questa intesa TIM metterà disposizione del Comune di Novara quattro applicazioni multicanale e multi piattaforma che riguarderanno i seguenti settori: turismo, cultura e sicurezza. Nell’ambito dedicato a cittadini e turisti, integrando anche le piattaforme esistenti, due app forniranno informazioni su iniziative turistico-culturali e di ticketing per l'accesso e la fruizione dei servizi museali e culturali della città e per la promozione e la fruizione di sale e spazi disponibili presso le strutture comunali. Per quanto riguarda la sicurezza, TIM fornirà un’applicazione dedicata alla videosorveglianza che gestisce ed interagisce con il sistema di videocamere ubicate nel comune, con l’obiettivo di valorizzare, promuovere ed incrementare la sicurezza sul territorio. Il servizio “TIM City Forecast”, infine, consentirà, attraverso l’analisi dei big data, rilevazioni in ambito di turismo, cultura e sicurezza del territorio. Il tutto nel pieno rispetto di quanto previsto dalle normative vigenti in materia di privacy.

Sarà così possibile, ad esempio, monitorare gli spostamenti di abitanti e visitatori per ottimizzare i trasporti, la mobilità urbana e la sicurezza; prevedere i volumi di persone durante gli eventi e gli itinerari seguiti dai turisti, oppure individuare le aree che necessitano di una particolare offerta turistica.

Obiettivo dell’accordo è quello di diffondere l’utilizzo delle soluzioni tecnologiche presenti sul mercato e favorire in questo modo la crescita di Novara, città fortemente proiettata verso un modello di società e di economia digitale. TIM, in questo modo, intende ribadire la propria vocazione a porsi al centro dell’ecosistema per la trasformazione digitale del Paese, riconoscendo alla crescita digitale il ruolo di elemento cardine per lo sviluppo della città e del territorio in termini di sviluppo economico, sociale e culturale.

“L’accordo con TIM– spiegano il sindaco Alessandro Canelli e il Direttore generale del Comune di Novara Roberto Moriondo – costituisce un ulteriore e importante passo nel più ampio progetto dell’Amministrazione sul modello Smart City, per il quale l’Amministrazione ha elaborato uno specifico Piano strategico comprensivo di interventi nel campo dei servizi, dal potenziamento infrastrutturale alla creazione di nuove modalità dei vari servizi per vivere e pensare la nostra città in maniera innovativa, creando un sistema integrato anche con i diversi interlocutori del territorio. Tra questi il contratto con “Citelum spa” su base convenzione Consip: per nove anni la società gestirà tutti gli impianti di illuminazione e semaforici di proprietà del Comune e attuerà alcuni interventi di manutenzione straordinaria sugli impianti stessi, oltre all'installazione di circa duecento telecamere per la videosorveglianza, che porteranno a una complessiva dotazione di circa duecentocinquanta unità, e alla posa dell'illuminazione artistica della Cupola di San Gaudenzio e altre illuminazioni artistiche. Grazie alla nuova piattaforma di gestione che verrà realizzata da TIM sarà inoltre possibile integrare almeno duecento ulteriori telecamere esistenti gestite da privati, senza costi per questi ultimi. Questo è quanto abbiamo

 

concretamente realizzato nei primi due anni di attività Amministrativa, lavorando in tempi brevi e predisponendo ulteriori azioni, come il nuovo accordo con Tim, finalizzate a creare condizioni di innovazione e avanguardia sul piano tecnologico che rendano Novara particolarmente appetibile e in grado di attrarre investimenti, con ricadute positive anche dal punto di vista occupazionale”.

 “Il Comune di Novara e TIM si ritrovano insieme in un percorso che vede l’innovazione al centro dell’interesse reciproco  –  afferma Luciano Albanese, Responsabile Business Pubblica Amministrazione Piemonte, Val d’Aosta e Liguria di TIM –. Novara è una città dove TIM ha posto le basi per il lancio di servizi innovativi rivolti ai cittadini ed alle imprese del territorio grazie all’ampia copertura ultrabroadband realizzata nel tempo e che oggi consente di mettere in campo i servizi e le più avanzate tecnologie esistenti sul mercato.  Per permettere un’importante trasformazione digitale in tutti i settori e nella vita di tutti noi, TIM ha reso disponibili reti che non si limitano a offrire capacità e copertura, ma garantiscono alti livelli di velocità, sicurezza e affidabilità per l’utilizzo di applicazioni in tempo reale per migliorare la qualità dei cittadini e dare sostegno all’economia locale”.


Novara, 25 luglio 2018