Accordo TIM - UniCredit: con il servizio CBILL, sviluppato dal Consorzio CBI, il pagamento della fattura è più sicuro e veloce per i clienti TIM

06/03/2017 - 10:55

  • Archivio Media /
  • Note stampa /
  • Mercato /
  • Accordo TIM - UniCredit: con il servizio CBILL, sviluppato dal Consorzio CBI, il pagamento della fattura è più sicuro e veloce per i clienti TIM
- + Text size
Stampa

TIM e UniCredit hanno siglato una partnership per offrire il servizio di pagamento on-line della fattura TIM in modo immediato e sicuro attraverso CBILL, l’innovativo servizio sviluppato dal Consorzio CBI e offerto dagli Istituti Finanziari Consorziati per la consultazione e il pagamento di fatture in modalità multicanale e multibanca.

I clienti TIM di linea fissa e mobile possono quindi effettuare il pagamento delle fatture con una user experience intuitiva e sicura utilizzando il servizio di internet banking dei circa 500 istituti finanziari che aderiscono al progetto (elenco su www.cbill.it) e per alcuni anche tramite ATM, mobile banking e presso lo sportello.

Il CBILL consente la consultazione e il pagamento on-line di bollette e avvisi di pagamento (utenze, ticket sanitari, multe, tasse e altro ancora). A oggi sono già state effettuate circa 5 milioni di operazioni di pagamento, per un controvalore complessivo di oltre 1 miliardo di Euro, verso i circa 500 fatturatori attivi tra privati e Pubblica Amministrazione. Numeri in continua crescita grazie ai vantaggi per gli utenti ma anche per le imprese e la Pubblica Amministrazione.

Mentre con gli altri servizi di pagamento on-line i clienti possono pagare solo i bollettini delle aziende o delle Pubbliche Amministrazioni che hanno sottoscritto specifici accordi con il loro istituto di credito, con CBILL basta collegarsi al proprio internet banking per consultare e pagare bollettini e conti spesa di qualsiasi azienda o ente abbia adottato il servizio CBILL.

A oggi solo il 3% dei 630 milioni di bollettini emessi ogni anno in Italia è intermediato dai canali bancari. Una percentuale che per effetto di CBILL potrebbe crescere notevolmente, con vantaggi per milioni di famiglie e imprese italiane.


Il Consorzio CBI

Il Consorzio CBI è un consorzio aperto, nato sotto l’egida dell’Associazione Bancaria Italiana, a cui possono partecipare le banche, gli intermediari finanziari e gli altri soggetti autorizzati ad operare nell’area dei servizi di pagamento in Italia e nel territorio dell’UE. Attualmente vi aderiscono circa 510 istituti finanziari che ad oggi offrono i servizi a circa un milione di imprese e PA. Il Consorzio CBI gestisce l’infrastruttura tecnica a supporto dell’interconnessione e del colloquio telematico degli istituti finanziari consorziati con la propria clientela per l’erogazione del “Servizio CBI”, del “Servizio CBILL” e dei “Servizi di Nodo CBI”. Il Consorzio Cbi ha come obiettivo lo sviluppo di servizi finanziari evoluti funzionali ad accompagnare cittadini, imprese e PA nel processo di cambiamento e digitalizzazione necessari al rinnovamento e al rilancio economico del nostro Paese.

UniCredit

UniCredit è un solido Gruppo paneuropeo, basato su un semplice modello di servizio di banca commerciale e un Corporate & Investment Banking perfettamente integrato. UniCredit mette a disposizione dei suoi 25 milioni di clienti una rete davvero unica in Europa Occidentale, Centrale e Orientale. UniCredit offre competenze locali e dimensione internazionale per supportare la clientela a livello globale, fornendo un accesso senza uguali a banche leader in 14 mercati strategici e in altri 18 Paesi in tutto il mondo. Il network europeo di UniCredit comprende Italia, Germania, Austria, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Ungheria e Turchia.

Milano, 6 marzo 2017