A Rignano Flaminio arriva la rete in fibra ottica di TIM

12/12/2017 - 13:00

- + Text size
Stampa


La banda ultralarga raggiungerà gran parte della popolazione

Da febbraio servizi evoluti per un modello di digital life

Avviata nel comune nell’area metropolitana di Roma la realizzazione di una rete a banda ultralarga che entro febbraio inizierà a rendere disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese, con velocità di connessione fino a 200 Megabit al secondo.

I programmi a Rignano Flaminio prevedono di raggiungere la gran parte della popolazione, grazie alla posa di oltre 16 chilometri di cavi in fibra ottica

 

Sta diventando realtà grazie all'accordo siglato tra TIM e Amministrazione comunale la realizzazione della rete in fibra ottica a Rignano Flaminio (Roma) , con l’obiettivo di rendere disponibili servizi innovativi a cittadini e imprese grazie proprio alla rete internet a banda ultralarga.

Il programma di copertura del territorio comunale prevede entro gennaio 2018 di raggiungere la gran parte della popolazione, grazie alla posa di oltre 16 chilometri di cavi in fibra ottica, che collegano 10 armadi  stradali alla centrale.

Per la posa dei cavi sono utilizzate le infrastrutture esistenti di proprietà di TIM. In caso di scavi, sono impiegate tecniche e strumentazioni innovative a basso impatto ambientale che minimizzano i tempi di intervento, l’area occupata dal cantiere, l’effrazione del suolo, il materiale asportato, il deterioramento della pavimentazione e, conseguentemente, i ripristini stradali.

I lavori sono già in fase avanzata in diverse zone del territorio comunale, come via Leonardo da Vinci, via di Vallelunga e via San Rocco.  

Entro febbraio 2018 famiglie e imprese di Rignano Flaminio potranno cominciare ad usufruire di connessioni con velocità fino a 200 Megabit al secondo, che miglioreranno nettamente l’esperienza della navigazione in rete da casa o dall’azienda, abilitando nuovi servizi.

Con la fibra sarà possibile accedere a contenuti anche in HD, giocare on line in modalità multiplayer in alta qualità e contemporaneamente fruire di contenuti multimediali su smartphone, tablet e smart TV.

Le imprese invece potranno accedere a soluzioni professionali evolute sfruttandone al meglio le potenzialità, dalla telepresenza alla videosorveglianza. Un passaggio importante che apre nuove possibilità per i settori sia pubblici che privati in tematiche come la sicurezza, il monitoraggio del territorio o l’info mobilità. Tutte nuove possibilità per un territorio comunale smart e 3.0.

Il sindaco Fabio Di Lorenzi si è detto soddisfatto dell’intervento che porterà la banda ultralarga nel territorio. “Da diverso tempo lavoriamo al progetto di completamento della fibra ottica e finalmente siamo ad un passo dall’obbiettivo. Il territorio si arricchirà di una nuova infrastruttura, ampliando l’offerta dei servizi a disposizione dei nostri concittadini ed ospiti”.

“Oramai con internet si è aperto un mondo di opportunità e con la banda ultralarga - ha aggiunto l’assessore Vincenzo Marcorelli - tra i tanti vantaggi, oltre ad attirare maggiori investitori, potranno essere meglio pubblicizzate le attrattive del nostro territorio”.

“Anche Rignano Flaminio entra nella lista delle località scelte da TIM per la realizzazione della nuova rete in fibra ottica – ha dichiarato Domenico Walter Pontecorvo , Responsabile Access Operations TIM  Lazio - questa moderna infrastruttura di rete consentirà ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi innovativi in grado di contribuire allo sviluppo dell’economia locale e alla sempre maggiore efficienza dei servizi urbani, , ad esempio nel campo dell’infomobilità e in quello della sicurezza.. Si tratta di un risultato reso possibile grazie agli importanti investimenti programmati da TIM e alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale, fattori che consentiranno di realizzare rapidamente le attività di scavo e di posa minimizzando sia i tempi d’intervento sia i relativi costi e l’impatto sulla popolazione”.

Maggiori informazioni sulla Rete di TIM all’indirizzo http://rete.telecomitalia.com

 


Roma, 12 dicembre 2017