TIM e Huawei: accordo per lo sviluppo sulla rete mobile di soluzioni dedicate all’Internet of Things

21/02/2016 - 18:48

- + Text size
Stampa

TIM e Huawei hanno siglato oggi a Barcellona un Memorandum of Understanding relativo allo sviluppo di soluzioni dedicate all’Internet of Things su tecnologia Narrowband IoT (NB-IoT), con l’obiettivo di accrescere e promuovere questo nuovo mercato.

Grazie a questa intesa TIM e Huawei proseguono la collaborazione, avviata nel 2015 sulla tecnologia NB-IoT. A Torino infatti TIM realizzerà il primo Open Lab di ricerca e innovazione in Italia dedicato al “NB – IoT”, aperto ad aziende e sviluppatori per favorire e accelerare la crescita dei servizi Internet of Things e lo sviluppo di applicazioni industriali.

TIM e Huawei sperimenteranno le soluzioni NB-IoT in laboratorio e in campo insieme a partner di diversi settori industriali, promuovendo così l’introduzione e l’adozione di questa tecnologia nel mercato.

Quest’accordo costituisce un importante passo nell’evoluzione della rete mobile 4G e della futura 5G verso l’Internet of Things, settore in rapido sviluppo nell’ICT che stimolerà una fase innovativa nel mercato rappresentando un’importante opportunità per l’industria delle comunicazioni. La tecnologia NB-IoT consente infatti bassi consumi, maggiore copertura di rete e la possibilità di collegare grandi numeri di oggetti in modo conveniente: tutte caratteristiche indispensabili per l’Internet of Things. Questa tecnologia potrà essere adottata nell’ambito del sistema delle rilevazione dei contatori energetici, nella logistica, nell’agricoltura smart, oltre che nella sicurezza, finanza, trasporti e nell’automazione industriale.

Gabriela Styf Sjoman, Responsabile di Engineering & TILab di TIM, dichiara: "Siamo molto ottimisti sullo sviluppo dei servizi Internet of Things, che rappresentano una delle principali aree di innovazione di TIM. Questa collaborazione con Huawei accelererà la standardizzazione internazionale e stimolerà sinergie industriali con altri partner anticipando la progettazione di servizi e soluzioni innovative”.

Chaobin Yang, Chief Marketing Officer di Huawei Wireless Network Product Line, aggiunge: "Le comunicazioni mobili stanno entrando nell’era del cosiddetto 4.5G, nella quale l’IoT sarà una delle principali innovazioni. La tecnologia NB-IoT (NarrowBand – Internet of Things) consente agli operatori di rendere possibile l’offerta di applicazioni IoT in modo rapido e competitivo anticipando una nuova fase dell’innovazione. Questa collaborazione contribuirà ad accelerare la commercializzazione della tecnologia NB-IoT e la sua applicazione in diverse industrie verticali”.

Gruppo Telecom Italia

TIM è il brand unico del Gruppo Telecom Italia,  principale gruppo ICT e partner tecnologico dell’Italia digitale. All’estero il punto di forza è il Brasile dove TIM Brasil è fra i più importanti player del mercato. Il portafoglio di TIM comprende telecomunicazioni, internet, contenuti digitali, servizi cloud, piattaforme e soluzioni digitali, per mettere a disposizione di tutti, consumatori, imprese e istituzioni, gli strumenti semplici e sicuri della nuova vita digitale.  Lo sviluppo delle tecnologie innovative è l’obiettivo del Gruppo che, nei prossimi tre anni, investirà 6,7 miliardi di euro per far sì che l’84% della popolazione italiana possa utilizzare la fibra ottica e il 98% LTE, nel 2018. 

www.telecomitalia.com

 

Huawei

Huawei è leader globale per la fornitura di soluzioni di Information and Communication Technology. Lavoriamo per creare un mondo sempre più connesso, ponendoci come abilitatore innovativo della società dell’informazione e collaborando con l’ecosistema industrale. I nostri 170.000 dipendenti sono impegnati a creare valore aggiunto agli operatori di telecomunicazioni, imprese e consumatori, fornendo soluzioni e servizi competitivi. II nostri prodotti sono installati in più di 170 paesi e servono più di un terzo della popolazione mondiale.  Huawei conta oltre 9.900 dipendenti in Europa, 1.200 dei quali impegnati nei laboratori di Ricerca & Sviluppo. Operiamo in 18 siti di ricerca, distribuiti in 8 paesi europei (Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Svezia e Regno Unito), e gestiamo numerosi centri d'innovazione congiunti in collaborazione con i più importanti partner del settore ICT.

Per maggiori informazioni su Huawei è possibile visitare il sito web: www.huawei.com

Seguici su Twitter: www.twitter.com/huaweiItalia Seguici su YouTube: www.youtube.com/user/HuaweiPress

 

Barcellona, 21 febbraio 2016