TIM e Comune di Pescia: l’ADSL arriva anche nelle frazioni montane

05/08/2016 - 16:30

- + Text size
Stampa

Completata - grazie al Bando cofinanziato dalla Regione Toscana  - l’infrastruttura a banda larga fino a 20 Megabit al secondo a Pietrabuona, Vellano, Medicina e Sorana In corso di installazione, con fine lavori entro ottobre, la parte rimanente di Castelvecchio , S. Quirico, Stiappa e  Pontito

TIM porta l’ADSL anche sulla montagna sopra Pescia, nel pistoiese.
Grazie alla collaborazione tra Amministrazione Comunale, MISE, Infratel , Regione Toscana e TIM, vincitrice del Bando, da oggi cittadini e imprese possono usufruire  a Pietrabuona, Vellano, Medicina  e Sorana di una connessione dati a banda larga con una velocità fino a 20 Megabit al secondo.

Entro il prossimo mese di ottobre i lavori saranno completati anche a  Castelvecchio, San Quirico , Stiappa e Pontito.  

La realizzazione di infrastrutture digitali  e soprattutto la diffusione dei servizi che esse abilitano potranno dare in tal modo - anche nella  c.d. “Svizzera Pesciatina” - un impulso importante alla crescita sostenibile dell’economia locale e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

"La banda larga oggi è come l'energia elettrica negli anni 50, un bene primario di cui cittadini e imprese hanno bisogno per comunicare, informarsi e lavorare. Da oggi potenziamo la rete nelle località della nostra montagna estendendo l'Adsl via cavo - ha dichiarato il Sindaco Oreste Giurlani - Questo grazie a TIM e all'inserimento di queste frazioni  nel programma della Regione Toscana per superare il digital divide".

La collaborazione tra pubblico e privato dà sempre buoni frutti nell’interesse della cittadinanza e delle Imprese ha affermato Matteo Bassi, Responsabile Creation Toscana Est di TIM – L’impulso fornito dal Ministero dello Sviluppo Economico, da Infratel e dalla Regione, che ha inserito queste zone nel Programma Banda Larga Toscana, ha visto TIM come vincitrice del bando confermarsi quale motore dell’innovazione sul territorio”.

Pistoia , 5  agosto 2016