TIM a tutela dell’ambiente, un impegno che si rinnova anche con l’EXPO

18/06/2015 - 17:15

- + Text size
Stampa

In occasione dell’Energy Day, TIM presenta le iniziative messe in campo per la costruzione di una società digitale e per un futuro sostenibile. #ilfuturoèditutti

Proteggere l’ambiente, migliorare l’efficienza energetica e offrire servizi e soluzioni tecnologiche in grado di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra e di altri agenti inquinanti, coinvolgere i propri dipendenti sulle tematiche green, sono queste le linee guida sulle quali si basa la strategia di TIM per la realizzazione di una società digitale, più inclusiva e sostenibile. TIM, infatti, con una rinnovata strategia di creazione di valore sociale condiviso, vuole rispondere sempre meglio, a partire dalla propria attività di business, ai bisogni sociali emergenti e, da leader responsabile e innovativo, fornire soluzioni concrete alle necessità delle comunità in cui opera.

Oggi, in occasione del “TIM Energy Day” - l’iniziativa che rientra negli  appuntamenti promossi dalla Commissione Europea  in occasione della Sustainable Energy Week (15-19 giugno 2015) – tenutosi presso lo spazio TIM in EXPO, sono state ricordate le principali azioni adottate dal Gruppo che è il secondo più grande utilizzatore di energia elettrica del Paese, alla presenza di Marco Patuano, Amministratore delegato di Telecom Italia e Giuseppe Sala, Commissario Unico EXPO2015.

“La tutela e  il rispetto dell’ambiente è una delle sfide più importanti che la società, a livello globale, deve affrontare. TIM, leader dell’innovazione e abilitatore del futuro del nostro Paese, è impegnata da tempo su queste tematiche e la sostenibilità è un aspetto integrante del nostro modo di fare impresa -  dichiara Marco Patuano, Amministratore Delegato di Telecom Italia - Il contributo che TIM può dare al rilancio dell’economia del Paese, va oltre quindi la costruzione delle infrastrutture di rete di nuova generazione e le efficienze interne, e mira a trasferire le tecnologie innovative con impatti ambientali, sociali ed economici positivi per la collettività”.

TIM affronta la lotta al cambiamento climatico da un lato riducendo le proprie emissioni, dall’altro offrendo ai propri clienti prodotti e servizi efficienti di dematerializzazione e soluzioni innovative.  In tema di sostenibilità, infatti, l’azienda porta avanti da sempre iniziative volte a ridurre l’impatto dei propri servizi e ad educare a uno stile di vita “sostenibile” attraverso un’ampia gamma di soluzioni “green”  per  contenere i consumi energetici, abbattere le emissioni di CO2 e migliorare la qualità della vita dei cittadini, dal cloud computing, ai Data Center, alle piattaforme ICT per le piccole e medie imprese.

In particolare, per contenere il consumo di energia elettrica e le emissioni in azienda,  le iniziative realizzate vanno dall’introduzione di oltre 300.000 lampade LED a basso consumo negli spazi comuni, all’incremento efficiente di produzione di energia per autoconsumo locale. Il progetto piùsignificativo riguarda il Surveillance Center di Telecom Italia a Roma: un centro tecnologico all’avanguardia che aiuta a gestire correttamente le risorse a disposizione. Grazie a circa 30.000 sensori collocati all’interno di centrali, stazioni radiomobili, uffici, il Surveillance Center monitora costantemente la metà dei consumi di TIM, per individuare aree di miglioramento e proporre soluzioni innovative di risparmio energetico.

Attualmente, tutta l’energia prelevata dalla rete elettrica e consumata dal Gruppo viene garantita come proveniente da fonti rinnovabili, consentendo in questo modo di ridurre del 70% le emissioni di CO2 grazie all’Accordo sulle Garanzie di Origine siglato con A2A in occasione del primo Energy Day del 2014.

 

Nel corso degli ultimi due anni sono stati riconosciuti Certificati Bianchi per  28 progetti innovativi di TIM che hanno permesso un risparmio energetico annuo pari a circa 50.000 TEP (Tonnellate Equivalenti di Petrolio) e un ricavo in termini economici  stimato, su 5 anni, di circa 44 milioni di euro.

A TIM è stata inoltre riconosciuta la leadership internazionale sull’efficienza energetica grazie alla partecipazione al Codice di Condotta Europeo su BroadBand e DataCenter, di cui è stata tra i primi firmatari.    

TIM prosegue inoltre le azioni di ammodernamento tecnologico degli impianti e delle piattaforme di rete che consentono di migliorare l’efficienza nella trasmissione dati. Negli ultimo 10 anni TIM è riuscita a migliorare la propria efficienza nel trasporto dati di 25 volte (nel 2003 con un Joule si trasportavano circa 140 Bit, nel 2014 circa 3500). Nel 2015 è previsto un ulteriore incremento dell’Eco Efficienza di oltre il 30%.  

 

Nel campo delle sperimentazione TIM è l’unico operatore TLC in Italia che ha utilizzato il Solarcooling - tecnologia innovativa che a partire da una sorgente di calore permette di produrre freddo sotto forma di acqua refrigerata o di aria condizionata -  applicandola ad una centrale di telecomunicazioni a Canicattì (AG), con un risparmio energetico del 70%, predisponendone l’ulteriore utilizzo in altri 5 impianti in Sicilia.

In EXPO, TIM, prima azienda scelta quale “Official Global Partner”, ha dato vita alla prima Digital Smart City italiana realizzando  la copertura del sito espositivo con collegamenti a banda ultralarga fissa e mobile di ultima generazione, attraverso la posa di oltre 300 km di fibra ottica e l’installazione di sei antenne 4G LTE macro e 12 micro,  fornendo la connettività per oltre 100 edifici.

Proprio in prossimità del sito dell’EXPO, TIM sperimenta il microeolico con l’utilizzo di 4 turbine, che producono complessivamente 12kW, poste sulla Torre di Pero per l’autoproduzione energetica che potrebbe essere replicata dall’azienda su strutture di rete. Grazie ai propri data center, TIM ha reso possibile la completa gestione dell’evento attraverso tecnologie cloud, mettendo a disposizione della società e delle aziende partner oltre 450 server virtuali e fisici, oltre 100 terabyte di storage e più di 90 applicazioni e siti web.

TIM ha inoltre realizzato la piattaforma tecnologica alla base della Centrale Comando e Controllo (EC3) di via Drago, il cuore della Smart City di Expo 2015. Basata su un approccio innovativo di integrazione di tutte le tecnologie e di correlazione  delle informazioni trattate  in logica Big Data, la piattaforma consente a Expo Milano 2015 la gestione della regia, il coordinamento e il tracciamento di tutte i processi tecnologici, logistici e di pubblica sicurezza durante l’evento.

Nell’ambito degli indici di sostenibilità, la società Telecom Italia si posiziona industry leader a livello europeo e mondiale all’interno dei Dow Jones Sustainability Index, inoltre ha confermato la propria presenza nel FTSE4Good (Global and Europe) ed è stata per la prima volta inserita nel Carbon Disclosure Project Italy 100 Climate Disclosure  Leardership Index. Il Bilancio di Sostenibilità 2014, seguendo le linee guida del Global Reporting Initiative, ha ottenuto il livello G4 Comprehensive, il più completo e significativo risultato ottenibile in termini di ampiezza, chiarezza e profondità delle informazioni fornite agli stakeholder.

Roma, 18 giugno 2015

TIM Energy Day