TIM e Comune di Calenzano: anche a Legri arriva l’Adsl

05/11/2015 - 13:30

- + Text size
Stampa

Avviati nella frazione i lavori per la realizzazione dell’infrastruttura a banda larga fino a 20 Megabit al secondo

TIM porta l’ADSL anche a Legri, nel comune di Calenzano (FI). Grazie alla collaborazione con l’Amministrazione Comunale, dai primi mesi del 2016 cittadini e imprese potranno usufruire di una connessione dati a banda larga con una velocità fino a 20 Megabit al secondo.

Con questa iniziativa- che andrà a coprire la totalità delle linee attive a Legri -  TIM  si conferma motore dell’innovazione sul territorio. La realizzazione di infrastrutture e soprattutto la diffusione dei servizi che esse abilitano, infatti, possono dare un impulso importante ad una crescita sostenibile dell’economia locale e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

 “Il superamento del digital divide tra il capoluogo e la zona collinare, in particolare nella frazione di Legri, era uno dei principali obiettivi di questa Amministrazione, perché siamo convinti che avere internet in casa oggi sia una priorità, al pari dell’energia elettrica– ha commentato Alessio Biagioli, Sindaco di Calenzano - Con questo ultimo intervento, nell’ambito di una collaborazione molto positiva con TIM, si avrà una copertura efficace su tutto il territorio. A Calenzano inoltre è attivo un servizio wi-fi che raggiunge le abitazioni fuori dai centri abitati, dove non è possibile portare la banda larga e il wi-fi libero nelle vie e nelle piazze”.

                                                            *****

TIM è il brand unico del Gruppo Telecom Italia che opera nel mercato offrendo servizi di telefonia fissa e mobile, internet, contenuti digitali e servizi cloud. TIM, abilitatore alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione più innovative, accompagna l’Italia verso il traguardo della piena digitalizzazione, grazie alla realizzazione delle infrastrutture di rete ultrabroadband e alla diffusione dei servizi di ultima generazione.


Calenzano(FI), 5 novembre 2015