TIM e Comune di Ferrara: già operative in città le nuove reti a Banda Ultralarga per la telefonia fissa e mobile

08/09/2015 - 16:15

- + Text size
Stampa

L’investimento complessivo di Telecom Italia per realizzare le infrastrutture di nuova generazione è di oltre 6,6 milioni di euro

Già collegati con la fibra ottica 241 armadi stradali che raggiungono più di 40mila unità immobiliari, pari ad oltre il 63% della popolazione, che diventerà oltre il 70% entro l’anno. Disponibili per cittadini e imprese i servizi in fibra ottica fino a 50 Megabit

Annunciato inoltre un nuovo piano che vede Ferrara tra le 100 città d’Italia nelle quali TIM porterà la fibra ottica fino alle abitazioni, consentendo connessioni super-veloci a partire da 100 Megabit al secondo e potenzialmente fino a 1 Giga

Sul fronte della telefonia mobile, Ferrara è tra le prime città italiane dove è già disponibile il 4G Plus di TIM che consente velocità reali di trasmissione pari ad oltre il doppio del normale 4G. La copertura 4G di TIM è pari al 98,6% della popolazione

Grazie ad un investimento di oltre 6,6 milioni di euro, Ferrara è tra le prime città d’Italia a poter vantare infrastrutture telefoniche di nuova generazione che sono già pienamente operative al servizio di cittadini e imprese. Gli importanti interventi infrastrutturali riguardanti la realizzazione delle reti ultraveloci nella città per la telefonia fissa e mobile, sono stati illustrati oggi da Tiziano Tagliani, Sindaco di Ferrara, e da Marco Vogni, Responsabile Access Operations Line Emilia Romagna di Telecom Italia.

Dall’avvio del progetto che ha visto TIM impegnata nella realizzazione della nuova rete in fibra ottica NGAN (Next Generation Access Network) e di quella mobile 4G anche nella versione più evoluta (il 4G Plus), a Ferrara l’ultrabroadband è già realtà. Questo risultato è stato ottenuto grazie agli importanti investimenti fatti da Telecom Italia e alla collaborazione con il Comune di Ferrara, fattori che hanno consentito di realizzare rapidamente la nuova rete, sfruttando al massimo la posa della fibra ottica nelle infrastrutture esistenti e minimizzando le attività di scavo e di posa condotte con l’innovativa tecnica del No-Dig leggero, a basso impatto ambientale e con ridotti  tempi di lavorazione.

A Ferrara il programma di copertura della città ha già interessato più di 40mila unità immobiliari, pari ad oltre il 63% della popolazione, grazie alla posa di circa 100 chilometri di cavi in fibra ottica per collegare

241 armadi stradali. La copertura sarà progressivamente estesa e raggiungerà entro l’anno oltre il 70% della popolazione. Il risultato raggiunto conferma l’impegno di TIM e dell’Amministrazione comunale

nell’aver dato un forte impulso ai lavori per portare in tempi brevi la connessione Internet fino a 50 Megabit a famiglie e imprese, inserendo in questo modo Ferrara nell’élite delle città italiane dove sono disponibili i servizi ultrabroadband.

I servizi “Fibra” di TIM basati sulla tecnologia FTTCab (Fiber to the Cabinet), offrono già oggi una connessione super-veloce a 50 Megabit al secondo in download con prestazioni e livelli di servizio che migliorano nettamente l’esperienza della navigazione in rete. Le imprese inoltre possono accedere al mondo delle soluzioni professionali IT di Impresa Semplice, sfruttandone al meglio le potenzialità grazie alla connessione in fibra ottica. Ma l’ultrabroadband abilita anche applicazioni innovative come la telepresenza, la videosorveglianza, i servizi di cloud computing per le aziende e quelli per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’infomobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

In aggiunta alla infrastruttura in fase di completamento caratterizzata dalla posa della fibra fino agli armadi stradali, TIM annuncia oggi un innovativo piano a Ferrara per portare la fibra ottica fino alle abitazioni, consentendo connessioni super-veloci a partire da 100 Megabit al secondo e potenzialmente fino a 1 Giga (1.000 Megabit), con l’obiettivo di garantire una ancora più elevata qualità nella fruizione di contenuti video in HD e una migliore esperienza di navigazione.

Ferrara, infatti, fa parte del nuovo piano nazionale di cablaggio in tecnologia FTTH (Fiber To The Home), comunicato recentemente al Ministero dello Sviluppo Economico attraverso Infratel, che prevede entro marzo 2018 di raggiungere 100 città italiane. L’iniziativa consentirà, pertanto, di dotare la città di una rete in fibra ottica ancora più performante di quella che TIM già oggi mette disposizione di cittadini e imprese, proiettando così Ferrara nell’élite delle città italiane dotate di infrastrutture telefoniche ultra-moderne. 

Per quanto riguarda la telefonia mobile, Ferrara è tra le città leader a livello nazionale. E’ stato infatti lanciato recentemente il nuovo servizio 4G Plus di TIM, vale a dire la tecnologia LTE Advanced che consente di raggiungere velocità reali di trasmissione pari ad oltre il doppio di quelle disponibili con il normale 4G. TIM ha realizzato sull’intero territorio comunale la nuova rete 4G raggiungendo una copertura pari al 98,6% della popolazione grazie all’adeguamento di 42 impianti e attivato in molte zone della città il 4G Plus che offre connessioni fino a 225 Megabit al secondo in download, rendendo disponibili servizi e contenuti multimediali in alta definizione in mobilità. La rete mobile di nuova generazione TIM offre una velocità significativamente superiore a quella delle reti di precedente generazione, consentendo in questo modo ai cittadini prestazioni e livelli di servizio che migliorano nettamente l’esperienza della navigazione internet e la fruizione di contenuti innovativi in mobilità, come il video streaming in HD.

Inoltre, il Comune di Ferrara ha aderito ad un progetto di ricerca sostenuto da Telecom Italia e realizzato dalla SDA Bocconi volto ad approfondire le iniziative di sviluppo urbano sostenibile e integrato. Le attività di analisi riguardano un selezionato numero di comuni a livello nazionale e sono ancora in corso, ma è stato già possibile apprezzare il significativo impegno progettuale messo in campo dal Comune di Ferrara.

“Siamo lieti che Ferrara sia tra le prime città italiane  ad avere infrastrutture di rete di TLC moderne che consentono ai cittadini ed alle imprese di usufruire di servizi innovativi, come ad esempio vedere film in HD e 3D, ascoltare musica in streaming di alta qualità, utilizzare al meglio il gaming on line e tutta la potenzialità dei servizi Cloud, che contribuiscono allo sviluppo dell’economia locale – ha dichiarato Marco Vogni, Responsabile Access Operations Line Emilia Romagna di Telecom Italia -. Nell’ambito del piano di investimenti, Telecom Italia ha deciso di dedicare alla città di Ferrara una quota molto significativa dei programmi di sviluppo delle proprie reti a Banda Ultra Larga fissa e mobile fornendo in tal modo un notevole contributo al conseguimento degli obiettivi previsti dall’Agenda Digitale europea. A Ferrara la fibra ottica e la rete mobile 4G sono già realtà grazie anche alla fattiva collaborazione dell’Amministrazione comunale “.

“Anzitutto rivolgo a Telecom Italia la soddisfazione della città per l'investimento effettuato che aumenterà a  Ferrara la fibra ottica, consentendo connessioni estremamente veloci - ha dichiarato  Tiziano Tagliani,  Sindaco di Ferrara -. E’ una risorsa funzionale ai progetti che la nostra amministrazione sta portando avanti in tema di città intelligente.  In un futuro ormai vicino, la qualità della vita di chi vive nelle città dipenderà da quanto gli agglomerati urbani sapranno diventare virtuosi nel risparmiare energia, ridurre le emissioni e rendere più agevoli e semplici le condizioni di vita e lavoro al loro interno e questa costituisce una responsabilità per chi le amministra, consci che il futuro viene deciso attraverso le scelte di oggi. L'investimento di Telecom Italia porta certamente Ferrara in posizione avanzata nel campo delle tecnologie di rete. Accanto a questo, come primo cittadino ne colgo anche l'importante aspetto civico. Il diritto di accesso alle informazioni e il diritto alla connessione sono infatti ormai componenti fondanti nella società democratica del 21° secolo. Questo intervento porta anche un aiuto concreto al mondo del lavoro e dell'impresa, integrandosi in politiche che vogliono sostenere la competitività e l'innovazione, offrire opportunità di lavoro ai giovani, prevenire la delocalizzazione delle attività economiche e attrarre aziende innovative. Anche il progetto a cui Ferrara sta partecipando con SDA Bocconi rientra in queste riflessioni. Questa attività ci sta portando ad analizzare alcune importanti progettualità sui temi dello sviluppo urbano e dell'innovazione non solo tecnologica, ma anche ambientale, sociale e culturale. Farlo supportati da uno staff competente e in un contesto nazionale è un momento irrinunciabile per meglio pianificare la città. Per questo auspico che questa collaborazione possa proseguire su questi e anche su altri progetti; siamo una città che sta nel cuore di molti italiani e in una posizione fortunata, cerchiamo di mantenere e migliorare queste caratteristiche con l'aiuto di tutti”. 

Con la realizzazione di infrastrutture ultrabroadband e di soluzioni dedicate alla città di Ferrara, TIM conferma il suo impegno nell’innovazione sul territorio e nella diffusione dei servizi che esse abilitano, contribuendo in questo modo alla crescita sostenibile dell’economia locale e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Maggiori informazioni sulla Rete di TIM all’indirizzo http://telecomitalia.com/rete


Ferrara, 8 settembre 2015