Arriva domani a Nocera Inferiore e a Nola la mostra itinerante sulla rete in fibra ottica in Campania

17/03/2015 - 17:30

- + Text size
Stampa

L’iniziativa, condotta in collaborazione tra il Ministero dello Sviluppo Economico, Telecom Italia, Regione Campania e Infratel, toccherà 19 tra i Comuni interessati dal “Grande Progetto Allarga la Rete: Banda ultra larga e sviluppo digitale in Campania” con l’obiettivo di illustrare le potenzialità della fibra ottica

L’investimento complessivo per la realizzazione della nuova infrastruttura è di oltre 175 milioni di Euro, di cui circa 118 milioni di finanziamento pubblico e 57 milioni a carico di Telecom Italia. Circa 1 milione le unità immobiliari della Campania che saranno dotate di servizi digitali innovativi

Arriva domani a Nocera Inferiore (SA) e a Nola (NA) la mostra itinerante sul programma per la realizzazione in Campania della rete di nuova generazione in fibra ottica, che ha l’obiettivo di fornire connettività con banda ultralarga in 119 nuovi comuni della regione.

L’esposizione, che sosterà nelle due città campane fino al 22 marzo, è partita lo scorso 27 febbraio a Giffoni Valle Piana con l’obiettivo di illustrare le potenzialità della rete di nuova generazione raccontando, attraverso 13 grandi pannelli fotografici, numeri e protagonisti di questo importante progetto infrastrutturale. La mostra itinerante sta interessando 19 comuni della regione nei quali sono in corso i lavori di posa della fibra ottica. 

L’iniziativa vuole far conoscere a cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione il percorso che si sta intraprendendo sul territorio a seguito dell’aggiudicazione, da parte di Telecom Italia, del  Bando per la Regione Campania relativo alla realizzazione di nuove infrastrutture ottiche passive abilitanti alle reti NGAN (Next Generation Access Network), in grado di erogare servizi innovativi. Il Bando, emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico attraverso la società Infratel e approvato dalla Commissione europea, prevede un finanziamento pubblico di 118 milioni di euro grazie all’utilizzo dei fondi europei FESR, a cui si aggiungono 57 milioni di euro di investimento da parte di Telecom Italia.

Il progetto prevede entro il 2015 la copertura di 119 nuovi comuni rivolgendosi a circa 3 milioni di abitanti. I comuni interessati potranno sfruttare, su tutte le aree coperte, collegamenti con tecnologia ultrabroadband con velocità da 30 fino a 100 Megabit al secondo, accelerando in questo modo l’accesso ai servizi digitali innovativi rivolti a cittadini, imprese e istituzioni locali. In particolare, in Campania sono 1.423 le sedi della P.A. (Comuni, ASL, scuole, sedi delle FF.OO.)  previste dal progetto come collegamenti  in fibra ottica a 100 Megabit al secondo.

Dopo Nocera Inferiore e Nola , l’iniziativa si sposterà nelle prossime settimane a Marano, Castellamare di Stabia,   Marcianise e Sant’Agata dei Goti,  comuni dove i lavori di posa della fibra ottica sono in via di completamento e parte dei relativi servizi già disponibili per la popolazione, per poi proseguire in altre località della Regione.

Napoli, 17 marzo 2015