Ministero dello Sviluppo Economico, regione Molise, Infratel e Telecom Italia: Accelera la banda ultra larga in Molise, gia’ realizzato l’ 80 % degli interventi previsti dal piano

23/04/2015 - 16:45

  • Archivio Media /
  • Note stampa /
  • Mercato /
  • Ministero dello Sviluppo Economico, regione Molise, Infratel e Telecom Italia: Accelera la banda ultra larga in Molise, gia’ realizzato l’ 80 % degli interventi previsti dal piano
- + Text size
Stampa

Telecom Italia, aggiudicataria del Bando indetto da Infratel per conto della Regione Molise, ha già realizzato l’ 80 % dei lavori di posa della fibra ottica nei 4 comuni previsti dal progetto: Isernia, Termoli, Pozzilli e Venafro.

L'investimento complessivo è di oltre 5,7 milioni di Euro, di cui 4 milioni di fondi pubblici europei della programmazione regionale  POR FESR 2007-2013  e 1,7 milioni a carico di Telecom Italia

Entro giugno 2015 circa 31.000 unità immobiliari saranno abilitate alla fornitura di servizi digitali innovativi con connessioni da 30 a 100 Megabit al secondo. Isernia “comune bandiera” del progetto, con  oltre 10.200 unità immobiliari già collegate: entro luglio il lancio dei servizi per cittadini e imprese  

Forte impulso nella Regione Molise al programma relativo alla realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica per fornire la banda ultralarga e favorire il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea.

Lo stato di avanzamento del piano è stato illustrato oggi da Marcello Vitiello,  Direttore Servizio Sistemi Informativi della Regione Molise, da Francesco Gentile, Responsabile Access Operation Abruzzo e Molise di Telecom Italia, da Luigi Brasiello , Sindaco di Isernia e da Roberto Di Baggio, Assessore allo Sviluppo territoriale del Comune.

Telecom Italia si è aggiudicata il Bando emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico, per conto della Regione Molise,  e gestito da Infratel Italia, la società del Gruppo Invitalia incaricata di attuare il Piano nazionale Banda Larga e il Progetto strategico nazionale Banda Ultra Larga e approvato dalla Commissione europea. Il bando, relativo alla concessione di un contributo per la realizzazione di nuove infrastrutture ottiche passive abilitanti alle reti NGAN nei principali centri urbani della regione e nelle aree industriali ad essi connesse (Isernia, Termoli, Pozzilli e Venafro) prevede un investimento complessivo di circa 5,7 milioni di Euro così ripartito: 4 milioni di finanziamento pubblico tramite l’utilizzo dei fondi europei del POR FESR Molise 2007-2013 e 1,7 milioni stanziati da Telecom Italia.

A questi interventi, realizzati da Telecom Italia con  il cofinanziamento Regionale del 70%, si aggiunge l’intervento che Telecom Italia ha in programma di realizzare in Molise, in autonomia e con propri investimenti, per fornire infrastrutture di nuova generazione anche all’area di Campobasso, collegando con la fibra ottica circa 27.000 unità immobiliari.

Questi importanti interventi infrastrutturali consentiranno di raggiungere con la banda ultralarga complessivamente il 37% della popolazione molisana.

Dall’avvio dei lavori avvenuto a novembre, ad oggi, Telecom Italia ha già realizzato l’80% degli interventi previsti dal progetto che prevede, entro il prossimo mese giugno, il completamento della copertura nei 4 comuni rivolgendosi a circa 70.000 abitanti. I comuni interessati potranno sfruttare, su tutte le aree coperte, un’infrastruttura ultrabroadband che potrà consentire collegamenti con velocità da 30 fino a 100 Megabit al secondo, accelerando in questo modo l’accesso ai servizi digitali innovativi rivolti a cittadini, imprese e istituzioni locali.

Per raggiungere questo risultato verranno adeguate da Telecom Italia 8 centrali, che consentiranno così di abilitare circa 31mila unità immobiliari a 30 Megabit al secondo, delle quali circa 3.000 anche con possibilità di connessione a 100 Megabit al secondo. Tra queste ultime rientrano le oltre 100 sedi di imprese e della Pubblica Amministrazione centrale e locale presenti sul territorio, tra cui scuole, ospedali e Forze dell’Ordine. 

In particolare Isernia rappresenta il “comune bandiera” del progetto, con oltre 10.200 unità immobiliari  oggi già collegate in tecnologia FTTCab (Fiber to the cabinet), che garantisce collegamenti a partire da 30 Megabit al secondo, e si prevede di concludere entro maggio anche la copertura di 1.100 unità immobiliari con tecnologia FTTH (Fiber to the home), per garantire connessioni fino a 100 Megabit al secondo. A Isernia il lancio commerciale dei servizi ultrabroadband per cittadini e imprese è previsto entro il prossimo mese di luglio.

“Una sfida, questa intrapresa con convinzione ed entusiasmo per la diffusione della banda ultralarga sul territorio regionale, che risponde e dà forza alla visione di crescita e sviluppo che abbiamo e stiamo assicurando al nostro Molise – ha dichiarato Paolo di Laura Frattura,  Presidente della Regione Molise –. I risultati raggiunti a Isernia come negli altri centri molisani interessati da questa grande operazione di innovazione tecnologica sono di straordinaria importanza per le opportunità che vogliamo garantire ai nostri cittadini e alle nostre imprese, a cominciare, proprio grazie alle potenzialità della rete in fibra ottica, da una qualità sempre più alta dei servizi che la pubblica amministrazione mette a disposizione della nostra collettività, dalla scuola alla sanità”.  

“Attraverso il bando che ci siamo aggiudicati stiamo sviluppando nei comuni molisani interessati dal progetto l’infrastruttura di rete in fibra ottica, che consentirà ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi innovativi tali da costituire un volano per la crescita dell’intera economia locale – ha dichiarato Francesco Gentile, Responsabile Access Operation Abruzzo e Molise di Telecom Italia –. Questa importante iniziativa conferma il nostro ruolo di abilitatore e motore tecnologico: mettere a disposizione delle famiglie, delle realtà imprenditoriali e della Pubblica Amministrazione le più moderne infrastrutture a banda ultralarga è l’obiettivo a cui stiamo lavorando per sostenere lo sviluppo di tutto il territorio. Telecom Italia sta investendo molto nelle nuove tecnologie, anche in sinergia con Infratel e con le amministrazioni locali, con l’obiettivo di accelerare i processi di digitalizzazione del Paese in coerenza con gli obiettivi indicati dall’Agenda Digitale Europea”.

“Con la nuova rete in fibra ottica per la banda ultralarga che si sta realizzando a Isernia e che nei prossimi due mesi verrà ultimata e attivata su tutto il territorio comunale – ha affermato il Sindaco di Isernia Luigi Brasielloriteniamo di riuscire a colmare gran parte del gap attualmente esistente rispetto ad altre realtà italiane, ponendoci all'avanguarda in ambito molisano. Ciò consentirà di creare sviluppo nei settori chiave e di favorire modernità operativa ovunque, accelerando l’accesso ai processi digitali rivolti ai cittadini, alle imprese e alle istituzioni. I servizi saranno assicurati sia per gli edifici privati che per le sedi pubbliche, tra cui uffici, scuole e strutture sanitarie”. 

“Stiamo portando la banda larga anche nelle aree non centrali di Isernia – ha dichiarato l’Assessore comunale allo Sviluppo territoriale, Roberto Di Baggio –. Si tratta di zone fino ad oggi penalizzate dalla loro collocazione periferica, ma che stanno per vedere risolti i problemi di connettività lenta o assente. È una grande opportunità per gli abitanti e per le attività produttive. L’obiettivo è quello di fornire una connessione davvero veloce e abbattere il digital-divide. Il Comune s’è impegnato ad agevolare le operazioni durante i lavori di realizzazione della rete, fornendole tutto il possibile supporto logistico e tecnico per contribuire a garantire la messa in opera secondo la tempistica prevista dal progetto”.

 

Isernia, 23 aprile 2015