TIM e Figc-Lega Nazionale Dilettanti: a Coverciano (FI) ultima tappa di “TIM donne in gioco” per un calcio femminile senza discriminazioni

18/06/2015 - 16:15

  • Archivio Media /
  • Note stampa /
  • Mercato /
  • TIM e Figc-Lega Nazionale Dilettanti: a Coverciano (FI) ultima tappa di “TIM donne in gioco” per un calcio femminile senza discriminazioni
- + Text size
Stampa

Ultimo appuntamento del tour promosso da TIM e FIGC–LND per discutere di pregiudizi e pari opportunità nello sport più amato dagli italiani 

Promuovere lo sviluppo del calcio femminile in Italia combattendo ogni forma di pregiudizio e discriminazione. E’ stato questo il tema di TIM Donne in Gioco, il tour nazionale organizzato da TIM e FIGC - Lega Nazionale Dilettanti, che ha vissuto il suo atto conclusivo oggi al Centro Tecnico Federale di Coverciano (FI). Un percorso a tappe attraverso i valori positivi dello sport più amato del Paese, questa volta nella sua declinazione in rosa, sempre all'insegna del claim “Il calcio è di chi lo ama”.

L’appuntamento di Coverciano di  TIM Donne in Gioco è stato dedicato all’ argomento sulle pari opportunità nel mondo del lavoro: anche il calcio ha il suo soffitto di cristallo?  Alla tavola rotonda che si è tenuta nel pomeriggio presso la sala del Museo del Calcio, coordinata dal giornalista sportivo Luca Pisinicca, sono intervenuti Carlotta Ventura, Direttore Brand Strategy & Media di TIM, Francesca Sanzone, Vice Direttore Generale FIGC, Rosella Sensi, coordinatrice della Commissione Federale per lo sviluppo del calcio femminile ed ex Presidente della A.S. Roma, Marina Sbardella, giornalista sportiva e Delegato FIFA e UEFA e Patrizia Panico, calciatrice dell’ASGM Verona. Attraverso le loro testimonianze hanno voluto mandare un messaggio riguardo al valore aggiunto che la donna esprime nel mondo del lavoro, e che non può essere in nessun modo frenato o ostacolato da discriminazioni di qualsiasi genere.

Presente tra gli ospiti anche il presidente della FIGC, Carlo Tavecchio.

Sul campo di Coverciano è stato organizzato un mini torneo quadrangolare di calcio femminile al quale hanno partecipato le squadre della categoria Giovanissime a 7. La giornata è stata animata dalla presenza di un vero e proprio villaggio TIM- FIGC LND all’interno del quale sono stati organizzati giochi e attività ispirati al calcio femminile. I tecnici e le calciatrici dei club femminili della Lega Nazionale Dilettanti hanno diretto sfide di calcio balilla umano, duelli di precisione a colpi di penalty e incontri di mini-football dedicati alle atlete più giovani.

“TIM è da sempre vicina allo sport in tutte le sue forme e declinazioni. Non poteva quindi trascurare il calcio femminile che sta crescendo anche qui in Italia ma che ha bisogno di sostegno e incoraggiamento
 – dichiara Carlotta Ventura, Direttore Brand Strategy & Media di TIM Crediamo che la crescita delle donne nel mondo dello sport in ruoli manageriali non possa che migliorare la qualità dello sport stesso, come le statistiche dimostrano. Il ruolo di TIM, in questo senso, sta anche nel fornire le tecnologie e gli strumenti adatti per migliorare le loro performance nei ruoli dirigenziali”.

“La Federazione Italiana Giuoco Calcio - 
dichiara Francesca Sanzone, Vice Direttore Generale FIGC - persegue politiche di pari opportunità di genere in diversi ambiti ed ha intrapreso un programma di sviluppo del calcio femminile  finalizzato  a rilanciare l’intero movimento calcistico del nostro Paese, con l’obiettivo di produrre un miglioramento degli standard sia quantitativi che qualitativi.”

Firenze, 18 giugno 2015