Il 23 febbraio a Roma #TIMgirlsHackathon

19/02/2015 - 12:44

- + Text size
Stampa

La maratona di coding, dedicata alle studentesse delle scuole superiori della provincia di Roma, si terrà presso il Palazzo delle Esposizioni a partire dalle 9

Si svolgerà lunedì 23 febbraio a Roma, a partire dalle 9 presso il Palazzo delle Esposizioni, la prima edizione di #TIMgirlsHackathon, il progetto di TIM rivolto alle ragazze dell’ultimo triennio degli istituti superiori della provincia di Roma per coinvolgerle e avvicinarle al mondo della programmazione, un territorio normalmente presidiato dall’universo maschile.

L’hackathon è una maratona di coding, della durata di un’intera giornata, nella quale sviluppatori, hacker e appassionati si uniscono in team per realizzare progetti software o hardware, condividendo idee, creatività e accrescendo le competenze in modo innovativo e divertente.

#TIMgirlsHackathon, realizzato in collaborazione con Codemotion, permetterà alle ragazze di vivere il mondo della tecnologia da protagoniste, lavorando in piccoli team in un’immersione totale di circa sette ore. Le studentesse saranno affiancate da esperte tutor, professioniste dell’ICT di Telecom Italia.

Si tratta di un progetto di grande respiro che ha l’obiettivo di avvicinare il mondo femminile all’informatica, e in particolare al coding, e che chiamerà le ragazze ad affrontare il tema del cyberbullismo e dell’uso consapevole del web.

La giornata si aprirà con la presentazione dei lavori da parte di Gianluca Pancaccini, Chief Information Officer Telecom Italia e proseguirà con la competizione vera e propria. Le partecipanti dovranno sviluppare, senza poter utilizzare codici già programmati in precedenza, un’APP sui temi sopraindicati che allontani il rischio per le ragazze e i ragazzi di essere vittima di episodi di cyberbullismo. Al termine, una giuria composta da esperti – tra cui Carlotta Ventura, Group Senior Vice President Brand Strategy & Media Telecom Italia, Salvo Mizzi, Chief Executive Officer TIM Ventures, Linda Serra e Cecilia Pedroni, founder Work Wide Women, start up di TIM#WCAP ed Emma Pietrafesa della Rete Wister (Women for Intelligent and Smart TERritories) e lo stesso Gianluca Pancaccini – valuterà i lavori premiando i più meritevoli.  

Alle componenti del team vincitore sarà consegnato un tablet TIM College.

Le ragazze sono state selezionate dopo la registrazione online al concorso pubblicato su  http://www.wcap.tim.it/it , che ha visto una grande partecipazione con le richieste che hanno ampiamente superato il numero massimo di iscrizioni previste. 

Roma, 19 febbraio 2015

#TIMgirlsHackathon