Centro Sportivo Italiano, TIM e Lega Serie A uniti nella "Junior TIM Cup" 2014-2015

16/11/2014 - 18:00

- + Text size
Stampa

Riparte il torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14, che vede protagonisti gli oratori delle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2014-2015

L’ex Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di calcio Giovanni Trapattoni, con la terna arbitrale dell’ultima finale mondiale composta da Nicola Rizzoli, Andrea Stefani e Renato Faverani, hanno tenuto oggi a battesimo la terza edizione della “Junior TIM Cup – Il calcio negli Oratori”, torneo di calcio a 7 riservato agli Under 14, che vedrà protagonisti gli oratori delle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2014-2015. All’inaugurazione ufficiale, che si è svolta presso l’Oratorio Orpas della Parrocchia di Sant’Angelo Merici di Milano, hanno partecipato i massimi rappresentanti del calcio italiano: Mario Macalli, Vice Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Antonio Matarrese, membro onorario della FIGC; Claudio Lotito, Consigliere della FIGC. Inoltre in rappresentanza delle due squadre milanesi erano presenti anche Filippo Galli, Responsabile Tecnico del Settore Giovanile e Javier Zanetti, Vice Presidente FC Inter.

LE DICHIARAZIONI

Giovanni Trapattoni, allenatore ed ex Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di calcio: “Essere presente ad una manifestazione come la Junior TIM Cup è un onore, lo è perché la mia storia nasce qui, in un oratorio simile a questo, con la spensieratezza dei bambini che rincorrono un pallone. E negli oratori sono tornato tante volte nella mia vita, anche ad allenare i ragazzi del CSI, perché è in questi posti che si può respirare aria di calcio pulito, di semplice gioia nel giocare e nel socializzare. Qui ho imparato a calciare il pallone e nello stesso tempo a rispettare il mio avversario di turno, grazie all’educazione che ci impartiva il nostro parroco. L’oratorio è un centro importante nella crescita educativa di tutti questi bambini, un ambiente stimolante, sano e ricreativo, oltre ad essere una vera e propria palestra di vita”.

Nicola Rizzoli, arbitro internazionale: “Poter essere qui oggi al fianco della Junior TIM Cup è un piacere. Ricordo ancora l’emozione vissuta lo scorso anno quando ho incontrato i bambini a Bologna. La Junior TIM Cup mi fa tornare bambino: ritrovo la stessa passione per il calcio e la stessa voglia di divertirsi. Ed è stata proprio quella passione ad accompagnarmi in ogni passo della mia carriera professionale, fino a quello più importante: la finale dei Mondiali davanti al pubblico del Maracanà. Auguro a tutti i ragazzi presenti qui oggi di muovere i primi passi nella realizzazione dei propri sogni, lungo un cammino che sarà segnato dai valori acquisiti giocando e vivendo l’oratorio”.

Massimo Achini, presidente del Centro Sportivo Italiano: "La Junior TIMCup non è solo un torneo o una manifestazione. É un grande segno di speranza. L’alleanza tra calcio di serie A e mondo degli oratori costituisce un modo per giocare in attacco nello sport e nella vita. Queste iniziative sono a volte troppo belle per durare nel tempo. La Junior TIM Cup invece cresce anno dopo anno.  La Junior TIM Cup é anche una "fabbrica dei sogni”. Basta guardare gli occhi dei ragazzi quando giocano in uno stadio prima della partita di serie A o quando incontrano i loro campioni per comprenderlo. Ma per noi il sogno più grande resta quello di educare tutti i ragazzi ai valori della vita attraverso lo sport".

Marco Brunelli, Direttore Generale Lega Serie A: “Siamo giunti alla terza edizione della Junior TIM Cup e questo dimostra quanto l'iniziativa, voluta fortemente da Lega Serie A in collaborazione con i partners TIM e CSI, sia ormai un'attività consolidata e apprezzata dai nostri club, dagli oratori e, soprattutto, dai ragazzi, i veri protagonisti della JTC. L'anno scorso siamo riusciti a coinvolgere ben 10mila giovani, molti dei quali hanno realizzato il sogno di incontrare i campioni del loro cuore e di calcare i palcoscenici del nostro campionato. Siamo sicuri che anche in questa stagione la JTC riuscirà a ripetere i numeri di successo delle scorse due edizioni consolidando quel legame fondamentale tra Sport e Oratorio, nel rispetto dei valori della lealtà, dell'amicizia, dello spirito di gruppo e della sana competitività".

Cristiano Habetswallner, Responsabile Sponsorizzazioni di Telecom Italia: “Da anni Telecom Italia, attraverso il brand TIM, investe nello sport per dialogare nel modo più efficace possibile con le nuove generazioni: dalla pratica professionistica a quella di base non esiste linguaggio più efficace per raggiungere questo obiettivo. Con la Junior TIM Cup continuiamo ad investire nella diffusione dei valori positivi dello sport anche attraverso contributi concreti e significativi, come abbiamo fatto a Scampia con il Campo dell’Amicizia e come faremo presto a Cagliari, perché ci piace fare oltre che comunicare. E in questa direzione prosegue anche il nostro impegno alla lotta contro il cyberbullismo per aiutare i ragazzi a scoprire le straordinarie potenzialità delle nuove tecnologie evitandone il più possibile le eventuali insidie”.

Centro Sportivo Italiano, TIM e Lega Serie A scendono nuovamente in campo a sostegno di un torneo di calcio giovanile che, oltre all’aspetto puramente sportivo, celebra e promuove quel patrimonio di valori, storie e buone pratiche che costituiscono il riferimento del progetto di TIM “Il calcio è di chi lo ama”. Così come per le due passate edizioni, anche in questa stagione il Torneo rinnova il supporto diretto all’attività sportiva oratoriale grazie all’istituzione di un fondo nel quale confluiranno sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione, sia un contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

Anche quest’anno alcune partite della Junior TIM Cup, che nelle precedenti edizioni ha coinvolto 18 mila ragazzi di tutta Italia, saranno disputate negli stadi in cui giocano le squadre del massimo campionato, durante il pre-partita dei match di Serie A TIM. Le squadre vincitrici dei tornei regionali della Junior TIM Cup disputeranno poi la fase finale, dalla quale emergeranno le prime due che si contenderanno il trofeo allo Stadio Olimpico di Roma in occasione della finale della TIM Cup 2015. Nel corso della presentazione, Trapattoni, Rizzoli, Stefani e Faverani hanno preso parte all’estrazione delle prime due partite previste domenica 23 novembre allo Stadio Giuseppe Meazza, in occasione del derby milanese Milan-Inter, e domenica 30 novembre, prima del derby torinese Juventus-Torino.

Le emozioni per i ragazzi della Junior TIM Cup 2014-2015 proseguiranno con un’altra straordinaria esperienza. Ogni settimana i ragazzi di un oratorio faranno visita al centro sportivo di allenamento della squadra di Serie A TIM della loro città, per vivere insieme ai campioni la loro passione per il calcio. La Junior TIM Cup prosegue inoltre la sua lotta al cyberbullismo dando vita a degli incontri che coinvolgeranno il mondo oratoriale e scolastico con la supervisione del criminologo Massimo Picozzi. La campagna #ilBulloèUnaPalla, sarà supportata sul web da videomessaggi realizzati dai calciatori della Serie A TIM insieme ai ragazzi degli oratori.

La “Junior TIM Cup– Il calcio negli Oratori” riparte ancora una volta all’insegna dell’alleanza tra lo sport di vertice e quello di base che insieme promuovono un percorso valoriale rivolto ai più giovani la cui valenza è stata premiata con due riconoscimenti dedicati alla Social Responsibility e al Marketing Sponsorship Innovazione.  

Milano, 16 novembre 2014