Telecom Italia: Cubolibri diventa Timreading e si arricchisce di nuovi contenuti

22/07/2014 - 11:13

- + Text size
Stampa

Nel catalogo della piattaforma dedicata all’editoria digitale, che offre oltre 65 mila titoli, entrano i magazine Gambero Rosso e quelli Gruner und Jahr, tra cui GEO e Focus

Dopo TIMvision e TIMmusic prosegue il rebranding dei servizi per la distribuzione dei contenuti digitali di Telecom Italia. Da oggi la piattaforma dedicata all’editoria, Cubolibri, cambia nome e diventa TIMreading, arricchendosi di nuovi contenuti.

Nell’edicola di TIMreading, accanto ai maggiori quotidiani nazionali, si potranno acquistare le guide ed i ricettari del Gambero Rosso e – in singola copia e in abbonamento – anche i magazine Gambero Rosso e Gambero Rosso wine travel food (in lingua inglese) e quelli del gruppo Gruner und Jahr: GEO, Focus, Focus Junior, Focus Storia, Focus Storia Collection, Focus Storia Wars, Focus D&R, Focus Extra e Focus Wild, che vanno ad aggiungersi agli oltre 65 mila titoli tra eBook e altri periodici e quotidiani in catalogo.

Sarà possibile sfogliare le proposte di TIMreading da tablet Android e Apple dopo aver effettuato il download dell’app TIMreading oppure tramite PC con il programma gratuito Adobe Digital Edition.

La singola copia, per i periodici Gambero Rosso, è acquistabile a partire da 2.69 Euro, l’abbonamento semestrale da 11.99 e annuale da 24.99 Euro. TIMreading distribuirà inoltre gratuitamente la rivista Sua Eccellenza Italia. I magazine Gruner und Jahr, invece, sono acquistabili in singola copia a partire da 3.59 Euro, in abbonamento mensile da 1.99 Euro e in modalità annuale da 9.99 Euro.   

Su timreading.it il lettore ha a disposizione un ampio e sempre aggiornato catalogo in lingua italiana dei principali autori, anche stranieri, delle più importanti case editrici tra cui Mondadori, RCS, GEMS, Newton Compton, Zanichelli, De Agostini, oltre ai principali quotidiani nazionali e magazine. I titoli possono essere acquistati da PC, tablet e smartphone. Su TIMreading si possono scegliere diversi strumenti di pagamento: bolletta telefonica Telecom Italia e TIM o credito residuo per i clienti TIM, oppure carta di credito dei più diffusi circuiti.

Roma, 22 luglio 2014