TV: Gabriele Muccino editore per un mese di Cubovision

05/02/2014 - 12:29

- + Text size
Stampa

Tra i film consigliati dal regista: 2001 Odissea nello spazio, Eyes Wide Shut, Aliens, Argo. La sezione “Scelti da” propone inoltre il suo Sette anime

Dopo Paolo Virzì, Riccardo Scamarcio, Luca Argentero, Pierfrancesco Favino e Cristiana Capotondi, è Gabriele Muccino il protagonista di “Editore per un mese” di Cubovision, la TV On Demand di Telecom Italia. Nella sezione “Scelti da” è possibile vedere gratuitamente la video intervista realizzata in esclusiva per Cubovision e una selezione di film del catalogo Cubovision suggeriti da Gabriele Muccino, tra cui 2001 Odissea nello spazio e altri capolavori di Stanley Kubrick, alcune pellicole di Federico Fellini e di Sergio Leone, insieme ad altre di James Cameron.

È sempre un piacere parlare di cinema”, commenta Gabriele Muccino. “Per me è una passione nata a 18 anni durante una recita scolastica. Prima pensavo di fare il veterinario. Le tecnologie concedono ormai il lusso di vedere i film dove vuoi, quando vuoi e quante volte vuoi. E molti film, come quelli dei mie amati Griffith, Fellini, Kubrick, sono talmente sofisticati che c’è bisogno di vederli più volte per apprezzarli pienamente. Il passaggio ai DVD fu già un grande salto. Adesso con l’on demand non si deve più neanche fare quel passo faticoso per andare fino al negozio. In questo modo le distinzioni fra cinema e tv diventano quasi invisibili.

Fra le migliaia di titoli disponibili su Cubovision, il regista ha scelto molti titoli nazionali tra cui Per un pugno di dollari, parte della “Trilogia del Dollaro” di Sergio Leone e Amarcord, tra i capolavori di Federico Fellini. Fra gli americani ha scelto invece grandi film come 2001 Odissea nello spazio, Arancia meccanica, Barry Lyndon, Eyes Wide Shut di Stanley Kubrick, per arrivare ad Aliens–Scontro finale di James Cameron, e al pluripremiato Argo di Ben Affleck.

È possibile vedere l’intervista di Gabriele Muccino e scoprire le sue scelte su www.cubovision.it

Roma, 5 febbraio 2014