Telecom Italia – comune di San Giovanni in Persiceto: al via i nuovi servizi in fibra ottica

18/12/2013 - 12:00

- + Text size
Stampa

Disponibili per cittadini e imprese le connessioni super-veloci grazie alla nuova rete NGAN. L’infrastruttura di nuova generazione sarà estesa a breve anche al distretto industriale

Arrivano i servizi a banda ultra larga a San Giovanni in Persiceto. Grazie alla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e Telecom Italia, infatti, è già in fase avanzata l’attività di posa dei cavi in fibra ottica per la rete di telecomunicazione di nuova generazione NGAN (Next Generation Access Network), con l’obiettivo di offrire le connessioni super-veloci a circa 6.700 unità abitative.

Cittadini e imprese potranno così fruire di prestazioni e livelli di servizio che migliorano nettamente l’esperienza della navigazione in rete. Da casa sarà possibile fruire, ad esempio, di video in HD, gaming on line multiplayer in alta qualità e contenuti multimediali resi disponibili contemporaneamente su smartphone, tablet e smart TV grazie al nuovo modem.

Oggi più dell’80% degli armadi stradali di San Giovanni in Persiceto risulta già raggiunta dalla fibra ottica. Il risultato conferma l’impegno di Telecom Italia e dell’Amministrazione comunale nel voler dare un forte impulso ai lavori per la realizzazione della nuova rete NGAN per portare, nel più breve tempo possibile, la connessione Internet sino a 30 Megabit a un crescente numero di famiglie e imprese.

Il programma di copertura del comune emiliano ha già raggiunto circa 5.500 unità abitative, grazie alla posa di circa 1.850 chilometri di cavo in fibra ottica che hanno permesso di collegare i 37 armadi stradali presenti lungo le vie cittadine alle rispettive centrali. Nei prossimi mesi si prevede di raggiungere anche i due armadi presenti nella zona del distretto industriale, i cui lavori inizieranno non appena ricevute le autorizzazioni per gli scavi da parte delle autorità competenti.

“Telecom Italia ha deciso di inserire anche San Giovanni in Persiceto nel proprio programma di investimenti per lo sviluppo della propria rete di nuova generazione in fibra ottica – dichiara Paolo Malgarotto, Responsabile Open Access Nord Est di Telecom Italia.Si tratta di un progetto ambizioso che a livello nazionale prevede di raggiungere entro il 2016, con la rete NGAN, oltre il 50% della popolazione, consentendo di ‘navigare’ con velocità fino a 30 Megabit al secondo, dando un notevole contributo al conseguimento degli obiettivi previsti dall’Agenda Digitale europea. Siamo pertanto lieti che San Giovanni in Persiceto sia tra i primi Comuni italiani ad avere questa importante infrastruttura che consente ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi di nuova generazione in grado di contribuire allo sviluppo dell’economia locale”.

“Siamo contenti di questo risultato – dichiarano il sindaco Renato Mazzuca e l’assessore alla comunicazione e innovazione tecnologica Dimitri Tartari – e della scelta di Telecom Italia di investire a San Giovanni in Persiceto, unica città di queste dimensioni inclusa nei primi interventi fatti nel 2013. Crediamo che questa scelta sia un riconoscimento implicito del lavoro fatto in questi anni e che ha visto il Comune sempre impegnato nella ricerca e realizzazione di nuovi progetti a servizio del cittadino. Nell’ambito dell’innovazione tecnologica ricordiamo, fra gli altri, i progetti per l’abbattimento del digital divide, per favorire l’alfabetizzazione informatica, per l’installazione di hot spot wi-fi gratuiti e per la tele gestione della pubblica illuminazione. Spesso le idee e le azioni si sono dovute scontrare con le poche risorse disponibili. In questo caso la volontà di Telecom Italia e l'impegno del Comune, che ha da subito dato la massima disponibilità e collaborazione, porteranno ai nostri cittadini lo stesso livello dei servizi che oggi è disponibile in città come Bologna, Roma e Milano. La connettività a Internet è infatti oggi un elemento di competitività per le imprese e di democrazia per la cittadinanza ed è per noi una priorità e un’operazione su cui abbiamo investito tempo e azioni”.

Bologna, 17 dicembre 2013