La “Junior TIM Cup – Il calcio negli Oratori” vince l’EPFL Best Practice Awards 2013 nella categoria Social Responsibility

25/10/2013 - 12:00

  • Archivio Media /
  • Note stampa /
  • Mercato /
  • La “Junior TIM Cup – Il calcio negli Oratori” vince l’EPFL Best Practice Awards 2013 nella categoria Social Responsibility
- + Text size
Stampa

La “Junior TIM Cup - Il calcio negli Oratori” si è aggiudicata il Best Practice Awards, nella categoria Social Responsibility, assegnati da EPFL, l'Associazione che riunisce le leghe di calcio professionistico in Europa.

Il prestigioso riconoscimento, assegnato ieri sera durante la cerimonia organizzata a Parigi, premia il progetto promosso da Centro Sportivo Italiano, TIM e Lega Serie A che ha dato vita, nel corso del 2013, ad una importante alleanza tra lo sport di vertice e quello di base a favore della pratica del calcio tra i più giovani esaltando quel patrimonio di valori, storie e buoni comportamenti fattori fondamentali di una sana competizione.

Oltre all’organizzazione del torneo di calcio a 7 under 14 che, da febbraio a maggio 2013, ha visto coinvolte 500 squadre di oratori e oltre 8 mila ragazzi di tutta Italia, il progetto “Junior TIM Cup - Il calcio negli Oratori” ha supportato l’attività sportiva oratoriale e ha realizzato un nuovo campo da gioco a Scampia (Na), grazie ad un fondo nel quale sono confluite sia parte delle ammende comminate ai tesserati e alle società di Serie A TIM dal Giudice Sportivo durante il corso della stagione, sia un contributo di TIM nel ruolo di title sponsor del torneo.

"Siamo onorati come Lega Serie A di aver contribuito, insieme agli amici del CSI e al nostro storico partner Telecom Italia, alla realizzazione del progetto ‘Junior TIM Cup’, che oggi ha ricevuto un prestigioso riconoscimento a livello europeo”, commenta Marco Brunelli, Direttore Generale della Lega Serie A. “Il premio dell’EPFL ci conferma di aver intrapreso la strada giusta per avvicinare il grande calcio ai ragazzi, non c'è nulla di più bello di aver regalato a oltre 8.000 bambini la possibilità di divertirsi e sognare giocando a pallone".


“Siamo particolarmente orgogliosi di questo riconoscimento che premia l’impegno di TIM nella diffusione dei valori autentici del calcio, lo sport più amato in Italia e tra i più popolari al mondo”,
dichiara Cristiano Habetswallner, Responsabile Sponsorship di Telecom Italia. “Abbiamo sostenuto questo progetto nella consapevolezza di offrire a tantissimi giovani la possibilità di vivere un’esperienza unica, come quella di giocare in uno stadio di Serie A, e di godere di un po’ di “normalità” in un contesto non sempre favorevole, come per i ragazzi dell’oratorio Don Guanella di Scampia che, grazie alla Junior TIM Cup, hanno oggi a loro disposizione un nuovo campo da gioco. La nostra Azienda è da sempre protagonista dello sport italiano, in particolare del calcio che sostiene dal 1998 e ancor più negli ultimi anni attraverso tutte le iniziative de “Il calcio è di chi lo ama”.

 “Vedere lo sport in oratorio sul tetto del calcio europeo regala grandi emozioni”, ha detto Massimo Achini, Presidente del Centro Sportivo Italiano. ”Il tema della responsabilità sociale è argomento di grande attualità nel mondo dello sport ed aver ricevuto questo riconoscimento per il CSI è motivo di grande soddisfazione. Intendo ringraziare Lega Serie A e TIM per aver creduto sin dall’inizio in questo grande progetto e per aver avuto il coraggio di candidarlo a livello continentale”.

 

Milano, 25 ottobre 2013