Telecom Italia, domus e Expo 2015: selezionati i vincitori del concorso di idee per la città del futuro

08/10/2013 - 15:30

- + Text size
Stampa

Servizi per il turismo sostenibile, digitalizzazione dei materiali fieristici e una piattaforma social per la ristorazione: ecco i progetti più innovativi, basati sulle tecnologie di Cloud Computing e NFC, proposti nell’ambito di  “Digital Ideas for Expo City 2015”

Un’app che consente l’acquisto e la fruizione di servizi turistici “sostenibili”;  una soluzione che rende disponibili  su smartphone  brochure e materiali promozionali fieristici sotto forma di card digitali; una community per la prenotazione dei ristoranti e la condivisione delle relative recensioni “certificate”. Sono questi i tre progetti vincitori di “Digital Ideas for Expo City 2015”, il concorso di idee promosso da Telecom Italia ed Expo 2015, in collaborazione con il mensile Domus,  rivolto al mondo della progettazione e del design con l’obiettivo di individuare soluzioni innovative, basate sulle nuove tecnologie digitali applicabili in ambito urbano e domestico, in grado di incidere positivamente sul territorio e sulla vita delle persone.

Il progetto classificatosi al primo posto è “Meltin spot” del team composto da Francesco Mammetti, Gilles Traditi, Matteo Binci, Francesca Di Gennaro e Sepehr Shoshsokhan: un’applicazione per la fruizione di servizi turistici che spaziano dalla ristorazione alla lavanderia, fino al car sharing, offerti da privati cittadini. Il secondo premio è stato assegnato al progetto di dematerializzazione e digitalizzazione del materiale promozionale “Tap togather” del team formato da Marco Baldessari, Ebru Boyaci e Marco Cattaneo.  Terzo classificato, infine, il progetto “Good Food”, del gruppo composto da Elisa Segoni, Guido Mengoni, Matteo Casini, che punta a creare una piattaforma social dotata di un sistema di certificazione dell’autenticità delle recensioni relative alla qualità della ristorazione.

I progetti prescelti, oltre ad aggiudicarsi un finanziamento variabile tra i 6.000 e i 2.000 euro, potranno essere sviluppati nell’ambito della Digital Smart City di Expo Milano 2015, la città intelligente, digitalizzata e sostenibile che Telecom Italia, in qualità di Global Service Partner dell’Esposizione Universale, concorrerà a realizzare. La premiazione dei vincitori avrà luogo l’11 dicembre in occasione della prossima tappa di Expovision, la serie di appuntamenti organizzati da Expo 2015 e Telecom Italia che delineano il percorso di avvicinamento all'Esposizione Universale del 2015 e che, attraverso la partecipazione di esponenti di spicco del mondo della cultura e dell’innovazione tecnologica, sono volti a favorire l'elaborazione e la proposta di idee e suggerimenti per migliorare la qualità della vita.

Hanno ottenuto, inoltre, una menzione speciale i progetti “My expo log” di Elaine  Zhou, un’app che consente di condividere l’esperienza legata alla visita a Expo, e “E-prescription” di Fabrizio Schirripa, per la digitalizzazione delle prescrizioni mediche.

I progetti selezionati prevedono l’utilizzo di componenti tecnologiche di Telecom Italia quali le soluzioni di Cloud Computing della Nuvola Italiana (l’insieme di risorse informatiche rese disponibili attraverso la Rete di connettività a banda larga) e la NFC (Near Field Communication), la tecnologia in radiofrequenza a corto raggio che consente lo scambio di informazioni tra dispositivi posti in prossimità.

Le proposte sono state esaminate da una giuria composta da Nicola di Battista (Direttore Domus), Joseph Grima (architetto ed ex Direttore Domus), Marco Patuano (AD Telecom Italia), Carlo Ratti (docente presso il MIT di Boston), Franco Regis (Vice President Energy Purchase & Management, Telecom Italia), Italo Rota (architetto, Studio Italo Rota & Partners), Giuseppe Sala (AD Expo 2015). 

Questa iniziativa  conferma l’impegno di Telecom Italia ed Expo nel promuovere e sostenere progetti imprenditoriali innovativi così come già evidenziato con il lancio del programma di accelerazione d’impresa Changemakers for Expo Milano 2015 che ha consentito di trasformare in startup 10 iniziative imprenditoriali ad alto impatto sociale e ambientale.

 

Milano, 8 ottobre 2013