Telecom Italia: parte a Firenze progetto per la mobilità sostenibile

04/06/2013 - 13:23

- + Text size
Stampa

Nella sede aziendale di viale Guidoni a disposizione dei dipendenti appositi spazi dotati di punti di ricarica per parcheggiare biciclette e auto elettriche. L’iniziativa ha l’obiettivo di favorire la mobilità green  in città

Migliorare la mobilità casa-lavoro favorendo inoltre la sostenibilità ambientale in città. È il progetto  lanciato a Firenze da Telecom Italia a favore dei propri dipendenti della sede di viale Guidoni, che da oggi avranno a disposizione appositi parcheggi dotati di punti di ricarica per biciclette e auto elettriche.

L’inaugurazione dei nuovi spazi all’interno della principale sede fiorentina di Telecom Italia è avvenuta alla presenza dell’Assessore ai lavori pubblici e mobilità del Comune di Firenze, Massimo Mattei, del Direttore Generale di Confindustria Firenze, Sandro Bonaceto, e del responsabile Mobility Toscana di Telecom Italia, Giovanni Andrea Iapichino.

L’iniziativa, che conferma l’attenzione dell’azienda ai temi eco-sostenibili, riguarda in questa prima fase la sede di viale Guidoni, dove sono state installate dodici postazioni di ricarica (quattro per autoveicoli e otto per motocicli), ma l’obiettivo è estenderla a breve anche ad altre strutture aziendali sul territorio nazionale.

Questo progetto nasce a seguito di un programma di monitoraggio realizzato attraverso questionari rivolti ai propri dipendenti, al fine di conoscerne abitudini, esigenze e aspettative in materia di spostamenti casa-lavoro, con l’obiettivo di migliorarne la mobilità. I dati emersi hanno confermato la piena disponibilità da parte dei dipendenti a dotarsi di mezzi elettrici (bicicletta o automobile), in presenza di un contesto favorevole all’eco-mobilità, che preveda agevolazioni all’acquisto, rateizzazione in busta paga e parcheggi aziendali con punti di ricarica.

“Quella di Telecom Italia è un’iniziativa molto interessate”, ha commentato Massimo Mattei, Assessore ai lavori pubblici e mobilità del Comune di Firenze, “perché, agevolando i dipendenti che utilizzano mezzi ecologici, contribuisce concretamente alla riduzione dell’inquinamento. Si tratta quindi di un importante tassello, che si aggiunge agli interventi attivati dall’Amministrazione comunale in materia di lotta allo smog e sviluppo della mobilità sostenibile, e testimonia l’attenzione di Telecom verso temi rilevanti per le città e i cittadini”.

“Telecom Italia da tempo mette in pratica soluzioni per agevolare il tragitto casa-lavoro dei propri dipendenti ed alleggerirne l’impatto sulla città”, ha affermato Giovanni Andrea Iapichino, responsabile Mobility Toscana di Telecom Italia. “Qui a Firenze, ad esempio, abbiamo spinto il car pooling e introdotto l’utilizzo di veicoli elettrici per alcune delle nostre attività di servizio. Ora, grazie alla realizzazione di  questa infrastruttura, portiamo avanti una nuova azione a favore della mobilità urbana sostenibile”.

Firenze, 4 giugno  2013