Innovazione a scuola, firmato accordo tra Uncem e Telecom

19/04/2013 - 10:30

- + Text size
Stampa

Un progetto sperimentale di didattica digitale per gli istituti di montagna e delle isole. Giurlani: “Investire sui giovani significa costruire il nostro futuro”

Telecom Italia e Uncem Toscana  hanno siglato un accordo che prevede azioni di supporto all’innovazione nelle scuole di montagna e insulari. In particolare, l’intesa riguarda la collaborazione, a livello regionale, per la realizzazione di un progetto sperimentale di didattica digitale che ha come obiettivo la valorizzazione degli Istituti Scolastici delle aree montane o svantaggiate della Toscana. Telecom Italia e Uncem metteranno a disposizione il proprio know how avendo già sostenuto, a vari livelli, progetti innovatovi indirizzati alle scuole.

Il progetto prevede la realizzazione di una rete che, attraverso apposita ed idonea infrastruttura tecnologica e di contenuto, metta in condizione gli Istituti partecipanti di svolgere attività didattiche e formative innovative e di ampio respiro che siano particolarmente attrattive per la popolazione dei territori di riferimento. In quest’ottica, Uncem Toscana si attiverà per coinvolgere i Comuni montani, le Unioni montane e tutti gli enti associati, impegnandosi a promuovere il contenuto dell’accordo in occasione di eventi dedicati alla scuola digitale, a fare animazione verso il territorio, ad aggiornare sugli effetti dell’iniziativa attraverso il proprio sito istituzionale. Telecom Italia, dal canto suo, metterà a disposizione degli istituti scolastici e degli enti locali pacchetti di offerta – preconfezionati e proposti sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA) - utilizzabili per l’attuazione delle azioni Cl@ssi 2.0, Scuol@ 2.0 e successive evoluzioni. Questi pacchetti di offerta sono stati sviluppati in collaborazione con Olivetti, società del Gruppo.

Telecom Italia, inoltre, darà la possibilità di utilizzare : una soluzione software realizzata tramite web application, l’iBoard - che offre funzionalità per eventi formativi sincroni audio-video in aule virtuali e per la fruizione delle stesse in modalità asincrona; l’iSchool - applicazione web per la realizzazione collaborativa di mash-up editoriale multimediale; la society@school - applicazione di social reading che permette la piena condivisione di annotazioni realizzate su un e-book da parte di uno studente o insegnante. A questo si aggiunge l’opportunità, data a comuni e unioni aderenti a Uncem Toscana, di usufruire di pacchetti di offerta proposti sul mercato elettronico della Pubblica amministrazione (MEPA) dedicati e personalizzati sulla base delle esigenze specifiche individuate da Uncem Toscana.

“Un protocollo innovativo, quello che vede Telecom Italia e Uncem partner in un progetto a favore delle scuole e del loro sviluppo tecnologico. Investire sui giovani e giovanissimi significa costruire in maniera intelligente il nostro futuro, credere nella scuola significa credere in questo nostro paese e nelle sue capacità creative – è il commento di Oreste Giurlani, presidente Uncem Toscana. La scuola è, per antonomasia, una fucina di idee; in montagna questo è ancora più vero, vista la marginalità geografica ed economica nonché infrastrutturale. Con le nuove tecnologie le distanze si possono accorciare e anche la montagna può diventare centro propulsore di una cultura dello sviluppo integrato”. 

Così Stefano Cinquini, resp.le Telecom Italia Sales P.A. Toscana-Marche-Umbria : “Il lancio di questa iniziativa con l’ Uncem conferma l’impegno di Telecom Italia nello sviluppo di servizi di Information & Communication Technology di nuova generazione,  in grado di ottimizzare i processi amministrativi e di aumentare la competitività di amministrazioni e imprese, a beneficio dell’intero sistema paese e di una maggiore sostenibilità”.

Firenze, 19 aprile 2013