Telecom Italia e Università di Palermo: al via la sperimentazione del progetto HELP per pazienti affetti da morbo di Parkinson

25/09/2012 - 12:30

  • Archivio Media /
  • Note stampa /
  • Mercato /
  • Telecom Italia e Università di Palermo: al via la sperimentazione del progetto HELP per pazienti affetti da morbo di Parkinson
- + Text size
Stampa

Grazie a una innovativa piattaforma di telemedicina sarà possibile monitorare a distanza i dati relativi al consumo dei farmaci utilizzando uno smartphone

Telecom Italia e l’Università di Palermo avviano la sperimentazione del progetto di telemedicina “HELP” per i pazienti affetti da morbo di Parkinson presso il Policlinico “P.Giaccone” di Palermo

HELP è un progetto internazionale d’innovazione e ha come obiettivo il miglioramento della qualità della vita del paziente affetto dal morbo di Parkinson che, pur rimanendo a casa, è costantemente sotto controllo grazie alla possibilità di inviare al medico in tempo reale le informazioni relative ai propri parametri clinici.

Il progetto, avviato tre anni fa e giunto ora alla fase operativa, impiega un’innovativa capsula per il rilascio graduale del farmaco che si inserisce  in una protesi dentale. Rispetto all’assunzione di pillole come avviene comunemente, il rilascio graduale ha il vantaggio di mantenere un livello costante del farmaco nel sangue del paziente e il consumo è monitorato e trasmesso con un dispositivo wireless.

Il sistema si basa su una piattaforma tecnologica realizzata da Telecom Italia che prevede l’utilizzo di uno smartphone sul quale è stata sviluppata l’applicazione ‘HELP Mobile Gateway’. L’applicazione si avvia automaticamente all’accensione dello smartphone, comunica con la capsula usata dal paziente grazie a una speciale carta microSD, e gestisce l’invio e la ricezione dei messaggi. L’invio dei dati alla piattaforma del servizio HELP avviene attraverso la rete mobile di Telecom Italia.

Le misure della capsula intra orale inviate alla piattaforma di servizio sono accessibili tramite il Portale Web HELP da un qualsiasi terminale collegato ad internet (PC, tablet, smartphone). L’accesso al portale è consentito al personale medico autorizzato, dotato delle opportune credenziali di accesso, per monitorare il consumo del farmaco ed eventualmente variarne le dosi comunicando con il paziente.

L’iniziativa conferma l’impegno di Telecom Italia nella diffusione di soluzioni tecnologiche innovative, a supporto delle istituzioni e dei cittadini, e in grado di contribuire significativamente allo sviluppo del Sistema Paese.

La sperimentazione di HELP sarà ripetuta in Israele e Spagna, in cui sono attivi gli altri partner del progetto: Telefonica, Politecnico di Catalogna, Neusta, HSG-IMIT, PehMed, Ospedale S. Antonio Abat e Nevet/Maccabi Group.

Palermo, 25 settembre  2012