Telecom Italia presenta al salone ABCD le soluzioni per rendere la scuola digitale e "INTELLIGENTE"

16/11/2011 - 17:00

- + Text size
Stampa

Smart School è la gamma di soluzioni per la scuola digitale implementabili singolarmente in modo autonomo secondo le esigenze dell’Istituto Scolastico

Telecom Italia partecipa per la prima volta al salone ABCD dove presenta le nuove soluzioni Smart School, l'offerta di servizi per la digitalizzazione dell’aula e per la gestione intelligente e l’efficienza energetica dell’edificio scolastico, insieme con numerose applicazioni didattiche innovative già in sperimentazione in alcuni istituti.

Smart School è la gamma di soluzioni per la scuola digitale implementabili singolarmente in modo autonomo secondo le esigenze dell’Istituto Scolastico: comprende soluzioni per l’efficienza energetica e la protezione dell’edificio scolastico e per la digitalizzazione dell’aula con le LIM – Lavagne Interattive Multimediali - e con tutti gli accessori necessari per erogare la lezione in modalità innovativa.  L’adozione delle soluzioni prevede l’utilizzo di tecnologie trasmissive avanzate a basso impatto infrastrutturale (come le PLC, le Power Line Communication che sfruttano la rete elettrica esistente, le Fibre Ottiche Plastiche - POF e trasmissioni wireless WiFi e ZigBee), senza necessità di nuovi cablaggi, per consentire la creazione di una LAN estesa nella Scuola. Smart School è in grado di abilitare nuovi modelli di gestione didattica e amministrativa, utilizzando un’innovativa applicazione per la teledidattica che permette lezioni audio-video interattive e multimediali in aule virtuali tra insegnante e studenti in loco o da remoto (per esempio a casa o in ospedale). Questa soluzione è stata sviluppata da Telecom Italia e si basa su applicazioni Adobe Flash, fruibili praticamente su qualsiasi tipo di dispositivo.  Smart School comprende anche un’innovativa applicazione web, in grado di ottimizzare la comunicazione tra scuola e famiglia e la gestione dei dati scolastici e amministrativi, che permette un puntuale aggiornamento su iniziative e attività scolastiche e la disponibilità in tempo reale di informazioni sul profitto e sulle assenze degli studenti.

Vengono inoltre presentate ulteriori novità, in linea con gli scopi del Protocollo d’Intesa “per la realizzazione di azioni a supporto del Piano Nazionale di Scuola digitale" siglato nel 2010 da Telecom Italia con il MIUR: percorsi di sensibilizzazione ad un utilizzo migliore e più consapevole delle tecnologie e della navigazione web; percorsi pilota per la realizzazione di contenuti digitali a integrazione e supporto della didattica tradizionale e iniziative di formazione al servizio degli insegnanti impegnati nei processi di innovazione. Si tratta di due nuove applicazioni web di didattica multimediale.

La prima è un’applicazione di “mash-up” editoriale per la realizzazione di contenuti innovativi che consente l’aggregazione di materiali finalizzata alla fruizione multicanale dei contenuti didattici. Questa applicazione stimola e facilita l’innovazione dei metodi pedagogici e risponde alle nuove esigenze di apprendimento. Sperimentando nuovi modi di rappresentare la conoscenza e nuovi linguaggi (libri elettronici, video, immagini, blog, wiki), permette di stimolare la creatività e promuovere la collaborazione tra docenti e studenti. La sperimentazione dell’applicazione, già in corso presso l’Istituto Suor Orsola Benincasa di Napoli e l’ITI Buonarroti di Trento, sarà estesa nel corso del corrente anno scolastico 2011-2012 ad altre scuole, tra le quali l’Istituto Keynes di Castel Maggiore (Bologna) e la scuola media Da Vinci-Einstein di Reggio Emilia.

La seconda applicazione web presentata è un "social reading" che si configura come una funzionalità per la piena condivisione di annotazioni realizzate su un e-book da parte di un lettore con tutti gli altri lettori interessati a condividere l’esperienza, sia a livello di gruppo (per esempio classe o scuola) sia a livello più generale di tutta la comunità dei lettori.

A queste due applicazioni sarà affiancata una soluzione già diffusa a livello internazionale e premiata come sistema di apprendimento linguistico innovativo “blended”. Si tratta di una piattaforma di apprendimento della lingua inglese che abbina le caratteristiche dell’insegnamento tradizionale alle attuali potenzialità delle tecnologie multimediali per aiutare gli studenti a sviluppare le necessarie competenze linguistiche.

In occasione dell’evento Telecom Italia ha predisposto una vera e propria aula multimediale, allestita direttamente nell’area espositiva, in cui sono visibili e utilizzabili sia elementi infrastrutturali (materiali e collegamenti), già messi sul mercato a disposizione delle scuole (LIM, PC e Tablet, Kit Wi-Fi), sia piattaforme didattiche da utilizzare sul campo, nell’ambito di lezioni tenute durante il salone.

Genova, 16 novembre 2011