Telecom Italia con TIM Brasil a sostegno del programma del governo brasiliano per la formazione dei giovani

12/03/2012 - 16:45

- + Text size
Stampa

Il Gruppo Telecom Italia partecipa al programma del governo federale brasiliano “Scienza senza Frontiere” attraverso il finanziamento di borse di studio per la formazione in Italia di studenti e ricercatori brasiliani.

Franco Bernabè, presidente di Telecom Italia, ha ufficializzato a Brasilia l'adesione del Gruppo italiano al Programma Federale "Scienza senza Frontiere".

L’iniziativa, sostenuta dal Presidente Dilma Rousseff, prevede la concessione di borse di studio a studenti e ricercatori che intendono specializzarsi presso università e centri di eccellenza esteri dedicati all' innovazione.


Il Gruppo Telecom Italia metterà così a disposizione i propri centri di ricerca e innovazione presenti a Roma, Torino, Trento e Venezia e si impegnerà per 400 stage semestrali, di cui 160 interamente finanziati con borse di studio da parte di TIM Brasil, che gestirà la pianificazione delle attività durante i 4 anni del programma.Il progetto interesserà principalmente gli studenti di ingegneria e informatica.


L'iniziativa di Telecom Italia è stata presentata al Ministro dell’ Educazione, Aloizio Mercadante, e al Ministro della Scienza, Tecnologia e Innovazione, Marco Antonio Raupp, a sostegno e riconoscimento dello sforzo del governo brasiliano per l’investimento nella formazione didattica e tecnica dei giovani. L'impegno di Telecom Italia nel progetto valorizza anche le sinergie tra Brasile e Italia, e pone il Gruppo italiano come riferimento a livello internazionale per la condivisione della conoscenza.

Franco Bernabè e Luca Luciani, presidente di TIM Brasil, sottolineando l'importanza della collaborazione al programma, evidenziano come la sinergia tra imprese e processo formativo è essenziale per garantire lo sviluppo delle potenzialità dei giovani talenti in aree strategiche del paese. Bernabè e Luciani considerano il riconoscimento del governo brasiliano un'importante fonte di stimolo alla partecipazione del Gruppo nell'economia del paese sudamericano.

 

Brasilia, 12 marzo 2012