Telecom Italia: su attivazioni Adsl e Alice Pay già operative maggiori tutele per clienti

05/10/2010 - 19:30

- + Text size
Stampa

Da luglio 2009 ha esteso il verbal ordering. Solo sette i casi contestati

In merito alle sanzioni erogate oggi dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Telecom Italia precisa che:

  • per quanto riguarda l’attivazione non richiesta di servizi ADSL, si tratta di soli sei casi tutti relativi a contatti avvenuti nel periodo tra aprile e inizio luglio 2009. A partire da luglio 2009 Telecom Italia ha esteso la registrazione vocale dell’ordine (cosiddetto verbal ordering) a tutte le procedure di vendita dei servizi ADSL, al fine di rafforzare ulteriormente le garanzie a favore del cliente soprattutto nella fase di adesione a distanza delle offerte;
  • per quanto riguarda il singolo caso Alice Pay sanzionato, Telecom Italia ha garantito sin dall’avvio del servizio massima trasparenza su costi, contenuti e modalità di addebito. Da aprile 2010 sono state inserite ulteriori garanzie quali la necessità di digitare le ultime tre cifre del numero di rete fissa dell’utente che sta effettuando la transazione, la possibilità di disabilitare del tutto il servizio sulla propria linea telefonica oltre che, prima della ricezione della fattura a cadenza bimestrale (con la quale viene addebitato al cliente il costo dei servizi acquistati), una conferma scritta dell’acquisto effettuato. A ulteriore garanzia dei clienti sarà inoltre introdotto entro gli inizi del 2011 l’utilizzo di un sistema di autenticazione basato su userid e password quale condizione per la conclusione dell’acquisto.

Telecom Italia coglie l’occasione per sottolineare il proprio costante impegno nel mettere a punto procedure commerciali sempre più trasparenti mirate alla tutela della propria clientela.

In tal senso si dichiara disponibile a collaborare con l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

 

Roma 5 ottobre 2010