Telecom Italia: a Bologna i "Working Capital Camp", gli incontri per irlanciare l'innovazione del web in Italia

09/06/2010 - 18:00

- + Text size
Stampa

Ha fatto tappa oggi a Bologna “Working Capital Camp”, la serie di incontri promossi da Telecom Italia per riflettere sul futuro dell’innovazione tecnologica del nostro Paese e presentare “Working Capital”, il progetto con cui l’azienda intende sostenere la migliori iniziative imprenditoriali nell’ambito del web 2.0 e delle nuove frontiere di Internet.

Dopo il successo delle tappe di Catania, Roma, Torino, Firenze, Napoli e Milano, che hanno visto la partecipazione di oltre mille persone e la presentazione di più di cento progetti, il tour è ripartito oggi da Bologna, città da sempre attiva nel campo dell’università e della ricerca e al centro di un territorio caratterizzato da un’alta vocazione imprenditoriale.

La mattinata, dedicata allo spazio “Scouting 2.0”, si è aperta con la presentazione di dieci progetti di ricerca, che si sono contesi l’assegnazione di cinque borse di studio messe a disposizione da Telecom Italia, ognuna del valore massimo di 20.000 euro.

A seguire, dalle ore 12.00, si è svolto il dibattito “Proposte per l’Innovazione”, moderato da Riccardo Luna direttore di Wired Italia, a cui hanno partecipato Gabriele Galateri di Genola, Presidente di Telecom Italia, Giovanni Boccia Artieri, Presidente del corso di laurea in Scienze della Comunicazione all’Università di Urbino, Dario Braga, Prorettore alla Ricerca dell’Università di Bologna, Frieda Brioschi, Presidente di Wikimedia Italia, Giampaolo Colletti, fondatore di Altratv.tv, Gianluca Dettori, fondatore di dPixel, Giuliano Poletti, Presidente di Legacoop.

Nel pomeriggio, nello spazio “Startup”, sono state presentate, attraverso testimonianze dirette, le esperienze degli imprenditori già coinvolti e le startup che si sono candidate per accedere al progetto. La presentazione è avvenuta secondo il meccanismo degli “elevator pitch”: cinque minuti di presentazione, più tre minuti di domande e risposte, di fronte a una giuria di qualità composta da top manager di Telecom Italia ed esperti del settore.

Bologna, 9 giugno 2010