Telecom Italia: grande impegno per gli anziani con l’iniziativa “Pony TIM della Solidarietà 2010”

22/06/2010 - 16:00

- + Text size
Stampa

A Milano, Roma, Napoli, Torino, Bologna e Palermo, in collaborazione con i Comuni, gli Assessorati alle Politiche Sociali e le Associazioni di Volontariato, assisteranno gli anziani rimasti soli in città

Anche quest’anno Telecom Italia non lascerà soli gli anziani che restano in città durante il periodo dell’esodo estivo. “Pony TIM della Solidarietà”, una collaudata iniziativa, ormai ultradecennale, mira infatti ad offrire assistenza agli anziani che rimangono soli in città, aiutandoli nelle incombenze quotidiane, nell’affrontare le emergenze causate dal caldo o, semplicemente, offrendo loro un po’ di compagnia.

Nata in collaborazione con gli Assessorati alle Politiche Sociali e con alcune tra le più importanti Associazioni di Volontariato di Milano, Roma, Napoli, Torino, Bologna e Palermo, l’iniziativa consiste nella possibilità per gli anziani di contattare un numero messo a disposizione gratuitamente dal Comune, che farà entrare in azione uno dei “pony”: volontari, “armati” di telefonino TIM che presteranno l’assistenza richiesta, anche nei week end e a Ferragosto.

L’iniziativa è stata anticipata oggi a Milano, nell’ambito della presentazione delle attività di comunicazione del “Piano Anticaldo”, alla presenza del Sindaco Letizia Moratti, dell’Assessore alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali del Comune di Milano Mariolina Moioli e delle maggiori Associazioni di Volontariato.

Le precedenti edizioni dei “Pony TIM della Solidarietà” hanno dimostrato l’utilità del progetto e ricevuto apprezzamento da parte degli anziani rimasti soli in città: molte le richieste d’aiuto giunte ai centralini dei Comuni interessati, dall’assistenza per commissioni, all’accompagnamento, alle chiamate per risolvere piccoli problemi domestici.

Telecom Italia collabora, secondo il tradizionale impegno nel campo del sociale e della sostenibilità, a numerose iniziative di “digital inclusion” rivolte alle fasce più deboli della popolazione, mettendo a disposizione tecnologie ed esperienze per sostenere iniziative sociali su tutto il territorio nazionale.

Milano, 22 giugno 2010