Si inaugura oggi l’asilo nido Telecom Italia in via della Boscaiola a Milano

19/05/2010 - 15:30

- + Text size
Stampa

L’asilo nido nella sede aziendale: una realtà per favorire l’equilibrio tra vita e lavoro.

Si inaugura oggi l’asilo nido Telecom Italia in via della Boscaiola, la nuova struttura, già operante dal gennaio scorso, che si sostituisce alla vecchia sede di via di Valtorta. Alla giornata prenderanno parte il responsabile People Caring di Telecom Italia Fabio Galluccio, il responsabile Human Resources Nord-Ovest, Giovanni Paolucci, e alcuni rappresentanti delle istituzioni locali, mentre i genitori dei bambini potranno raccontare la loro testimonianza diretta.

L’asilo nido nella sede di lavoro è un’iniziativa del progetto People Caring di Telecom Italia tra le cui linee guida c’è quella diretta a favorire il cosiddetto work/life Balance, l’equilibrio tra vita e lavoro.

Le strutture attualmente operative sono undici su tutto il territorio nazionale (9 in sedi aziendali e 2 convenzioni con asili esterni), ospitano circa 400 bambini, e sono realizzate sulla base della popolazione potenzialmente interessata presso le sedi Telecom Italia. Viene dunque data priorità alle sedi di call center, ai luoghi di lavoro nei quali è più accentuata la presenza di giovani e di donne e che si trovano in zone delle città dove non esiste un’offerta di servizi adeguata. Negli asili nido vengono ospitati i figli dei dipendenti dai 3 mesi ai 3 anni, con fasce orarie molto flessibili e con la possibilità di scegliere tra una permanenza di quattro, sei o otto ore al giorno.

Tra gli altri progetti di People Caring: soggiorni studio ed estivi per i figli dei dipendenti, a cui partecipano annualmente oltre seimila ragazzi; borse di studio, in collaborazione con Intercultura, in vari Paesi europei ed extra europei; prestiti e sussidi di vario genere, anche per le neo-mamme ed i neo-papà; servizi di time-saving, ossia di disbrigo pratiche; convenzioni con grandi aziende. A questi si aggiungono specifiche attività che valorizzano l’impegno dei dipendenti nel volontariato, tra cui la possibilità di lavorare per due settimane assistendo dei bambini con varie problematiche presso una struttura di Dynamo Camp Onlus ed i banchetti di solidarietà nelle sedi aziendali, per la raccolta di fondi a favore di varie associazioni di beneficienza alle quali sono iscritti i dipendenti.

Milano, 19 maggio 2010