Telecom Italia aderisce all'iniziativa di Confindustria e delle organizzazioni sindacali a favore della popolazione colpita dal sisma

11/07/2012 - 18:00

- + Text size
Stampa

Proseguono le attività a sostegno dei cittadini residenti nelle aree interessate

Telecom Italia ha aderito all’iniziativa di solidarietà promossa da Confindustria e dalle organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL con il "Fondo d’intervento a favore delle popolazioni, dei lavoratori e del sistema produttivo della regione Emilia Romagna e della provincia di Mantova".

Grazie a questo progetto i dipendenti Telecom Italia potranno contribuire al Fondo in modo volontario, dal mese di luglio fino a ottobre 2012, devolvendo il corrispettivo di un’ora di lavoro, che verrà trattenuto dalla retribuzione mensile. Analogamente l’azienda parteciperà erogando un contributo pari a quello raccolto dai lavoratori a sostegno della popolazione colpita dal sisma.

Questa iniziativa si inserisce nelle attività già intraprese da Telecom Italia nelle ore successive al primo evento sismico del 20 maggio, al fine di garantire il servizio di comunicazione alla popolazione, alle istituzioni e alle associazioni di volontariato che operano sul territorio colpito dalla calamità.

Tra le principali azioni, l’attivazione in nove campi di accoglienza del servizio di connessione Wi-Fi gratuita con Hot Spot, in particolare a San Felice sul Panaro (MO), Cento (FE), Finale Emilia (MO), Sant'Agostino (FE), Massa Finalese (Comune di Finale Emilia), Campo dei Salici (Reggiolo, RE), Campo Lazio (S. Possidonio, MO), Centro sportivo Mirandola (MO) e Campo CRI (Concordia sulla Secchia, MO). Si prevede di estendere progressivamente la copertura Wi-FI anche presso altri campi.

Inoltre, per favorire le comunicazioni telefoniche Telecom Italia ha accreditato 10 Euro di traffico gratuito a tutti i clienti TIM consumer, possessori di una carta prepagata, presenti nelle zone colpite dal terremoto.

A sostegno dei propri clienti residenziali e business di telefonia fissa, è stato sospeso temporaneamente l’invio delle fatture delle linee attive nei comuni interessati che non hanno realizzato traffico telefonico nei giorni successivi al sisma. Per quanto riguarda le fatture Telecom Italia e TIM già emesse, è stata bloccata - fino al 20 agosto - la gestione del credito insoluto per tutti i clienti, indipendentemente dalla data di scadenza indicata sulle stesse.

Inoltre per i clienti residenziali e business di telefonia fissa, il trasloco della linea telefonica sarà effettuato gratuitamente fino al 31 luglio. Per coloro che dichiarano l’inagibilità della propria abitazione o sede, verrà altresì azzerato, sempre fino alla stessa data, il costo relativo alla disattivazione di una offerta eventualmente attiva da meno di un anno.

Per accelerare il riavvio delle attività imprenditoriali, che hanno sede nella cosiddetta "zona gialla", Telecom Italia rende disponibile in modalità gratuita per sei mesi, le principali soluzioni cloud infrastrutturali delle Nuvola Italiana (comprendenti server virtuali, storage e servizi di virtual desktop). Per aderire all’iniziativa è possibile contattare il numero verde 800 191 101 (seguito dal PIN dedicato 8223420).

Telecom Italia ha previsto inoltre di non addebitare agli altri operatori telefonici i contribuiti di attivazione, migrazione e cessazione dei servizi di accesso wholesale - per gli ordini pervenuti tra il 1° giugno e il 31 ottobre - utilizzati per fornire le proprie prestazioni ai clienti finali dei Comuni colpiti dal sisma.

Infine, in collaborazione con gli altri gestori di telefonia, è stato messo a disposizione del Dipartimento di Protezione Civile il numero 45500 dedicato alla raccolta dei fondi: fino al 10 luglio è stato possibile donare 2 Euro inviando un SMS da rete mobile oppure telefonando da rete fissa.
 

 

Roma, 11 luglio 2012