Telecom Italia e Ministero dell'Istruzione, dell'università e della Ricerca: firmato protocollo d'intesa per la diffusione dell'ICT nelle scuole

25/09/2009 - 12:00

- + Text size
Stampa

Previste iniziative congiunte per promuovere l’utilizzo delle nuove tecnologie a fini didattici.
Per gli studenti offerte a condizioni agevolate rispetto alle normali tariffe di Telecom Italia per navigare in Internet, inviare messaggi, parlare, video chiamare, inviare e ricevere le e-mail in mobilità.
Iniziative culturali ed educative su temi come l’ecosostenibilità, il bullismo e la sicurezza in rete

Telecom Italia e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), hanno siglato oggi, allapresenza del Ministro Maria Stella Gelmini e dell’amministratore delegato Franco Bernabè, un Protocollod’intesa che prevede iniziative congiunte volte alla diffusione dell’ICT nelle scuole e tra gli studenti, conl’obiettivo di accompagnare i giovani nell’uso delle nuove tecnologie e promuoverne l’utilizzo a finididattici. La partnership prevede la definizione di specifiche offerte contenenti riduzioni e agevolazioni diprezzo per l’acquisto di prodotti e servizi di Tlc, nonché lo sviluppo di specifici piani di ricerca,sperimentazione e innovazione in grado di migliorare i processi di insegnamento e apprendimento.Come primo passo di questa collaborazione, Telecom Italia metterà a disposizione degli studenti offerteagevolate per parlare, videochiamare, inviare messaggi, navigare in Internet e utilizzare la postaelettronica, che prevedono sconti di rilievo rispetto a quelle normalmente commercializzate sul mercatodella telefonia mobile. L’iniziativa si rivolge agli oltre 3,5 milioni di studenti delle scuole secondarie aiquali, a partire dall’anno scolastico 2008-2009, il MIUR ha distribuito la “Carta dello Studente” checonsente di usufruire di particolari sconti e agevolazioni su una vasta gamma di prodotti e servizi offerti davari soggetti istituzionali.La possibilità per gli studenti di connettersi ad Internet a banda larga anche in mobilità costituisce, infatti,un fattore abilitante per l’innovazione tecnologica degli strumenti di insegnamento, per la diffusione dellenuove tecnologie e per la promozione delle stesse a fini didattici.L’impegno del MIUR e di Telecom Italia prevede inoltre la realizzazione di iniziative culturali ed educative,che si svolgeranno nel corso dell’anno scolastico, mirate alla sensibilizzazione dei giovani su temi legatiall’ecosostenibilità, al bullismo e alla sicurezza in rete, attraverso l’utilizzo di forme di comunicazioneinnovative.

 

Roma, 25 settembre 2009